fbpx

Passa l’emendamento Cannizzaro: arrivano 15 milioni di euro per il porto di Reggio Calabria, la soddisfazione dei consiglieri di minoranza

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria, i consiglieri di minoranza: “esprimiamo il Nostro compiacimento per il brillante risultato ottenuto dall’On. Francesco Cannizzaro con la tenacia che contraddistingue da sempre il suo mandato, da buon rappresentante del Territorio”

“Esprimiamo il nostro compiacimento per il brillante risultato ottenuto dall’On. Francesco Cannizzaro con la tenacia che contraddistingue da sempre il suo mandato, da buon rappresentante del Territorio. 15 milioni di euro da spendere esclusivamente per il Porto di Reggio Calabria fino a ieri rappresentavano soltanto una chimera, o al massimo un’utopia, tenendo conto del periodo storico che viviamo e considerato lo stato di totale immobilità in cui verte la governance cittadina da oltre 6 anni”. E’ quanto scrivono in una nota i consiglieri comunali di minoranza Federico Milia, Antonino Caridi, Antonino Maiolino, Guido Rulli, Giuseppe De Biasi, Nicola Malaspina Demetrio Marino, Massimo Ripepi, Antonino Minicuci, Saverio Anghelone. “Quello raggiunto con l’Emendamento Cannizzaro 120.21, battagliando in Commissione Bilancio nel corso dell’esame della Legge Finanziaria, è il frutto di una politica impostata sulla lungimiranza, un risultato storico per la Nostra Città, che dovrebbe essere salutato con soddisfazione anche da chi Reggio la amministra inanellando continui insuccessi. Ma capiamo bene che apprezzare il lavoro di un audace Parlamentare reggino di opposta fazione politica è troppo per il Sindaco e la sua compagine. Millantare cose mai portate a termine (basti pensare alle tante incompiute) è decisamente più conforme alla bassa politica di questi tempi. Invece, qualora ve ne fosse bisogno, questo “colpo” messo a segno dal Deputato reggino di Forza Italia è l’ulteriore dimostrazione di come si possa fare buona politica anche dall’Opposizione. Con impegno e volontà, risultati e proposte concrete possono arrivare anche da chi rappresenta la Minoranza, che – lo ribadiamo – è sempre e comunque rappresentanza di una grande fetta di cittadini, tanto a livello comunale quanto nazionale. Utilizzando al meglio i fondi in questione finalmente avremo la possibilità di rilanciare un’infrastruttura abbandonata a se stessa ormai da tempo immemore, riammodernando il Porto di Pentimele e portandolo all’attenzione degli investitori turistici del Mediterraneo, sfruttando la posizione geografica che quasi tutti gli amministratori finora hanno sempre sottovalutato e la vocazione turistica della Nostra Città. Ricordiamo che l’emendamento Porto va ad aggiungersi a quello di 25 milioni per l’Aeroporto dello Stretto approvato circa un anno fa, grazie al quale proprio settimana scorsa Sacal ha mandato a bando una parte delle opere. Tutto ciò dà una boccata di ossigeno ad una Città martoriata e lascia ben sperare per le generazioni future”, conclude la nota.