fbpx

Dpcm di Natale, slitta tutto a domani. Governo valuta deroga per cenone del 24 e pranzo di Natale, consentito andare dai congiunti

Dpcm di Natale, gli ultimi aggiornamenti nella notte

Slitta a domani il vertice a Palazzo Chigi tra Giuseppe Conte e i capidelegazione della maggioranza sulla stretta di Natale. Complice l’indisponibilita’ di Teresa Bellanova a partecipare ad una riunione in tarda serata il capo del governo ha optato per rinviare alle prossime ore il punto finale sulle misure per le festivita’. Il tempo tuttavia stringe tanto che fonti di governo spiegano come, a questo punto, sia davvero difficile che le nuove norme possano essere definite prima di 24 ore.

Il governo, a quanto si apprende da fonti dell’esecutivo, sta valutando la possibilita’ di una deroga al divieto di spostamenti tra Comuni – ed eventualmente anche all’interno di uno stesso Comune in caso di ripristino della zona rossa – per i congiunti piu’ stretti in occasione cenone della vigilia di Natale e del pranzo del 25. La deroga, in ogni caso, riguarderebbe un numero strettissimo di congiunti: due, secondo le stesse fonti. E’ una deroga che andrebbe incontro anche alle richieste avanzate dagli amministratori della Lega in queste ore.