fbpx

Coronavirus: il Presidente Mattarella si sottoporrà al vaccino

Il Presidente della Repubblica pronto a dare il buon esempio, ma senza scavalcare l’ordine delle categorie maggiormente a rischio dalla diffusione del Coronavirus

Il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, si farà somministrare il vaccino “non appena possibile” senza ovviamente “scavalcare l’ordine delle priorità delle categorie a rischio”. L’annuncio ha un forte valore simbolico ed è chiara la sua intenzione di sensibilizzare i cittadini sulla necessità di vaccinarsi per contrastare la diffusione del Covid-19. Il renderlo pubblico è, da parte del Quirinale, un modo per invitare i cittadini a fare altrettanto.

Il Presidente Mattarella più volte negli anni ha mostrato di essere a favore della vaccinazione, affermando che occorre la collaborazione di tutti i popoli nel mondo anche “riguardo alla pandemia che stiamo attraversando perché le cure e i vaccini che la scienza potrà fornirci siano resi disponibili per tutti”, aveva detto lo scorso 20 ottobre, nel cuore della seconda ondata di contagi da Coronavirus, intervenendo in Campidoglio all’Incontro per la Pace con Papa Francesco, organizzato da Sant’Egidio.

“Spero che l’attenzione, oggi così centrale nei confronti della medicina e della ricerca, non sia effimera e legata alla pandemia ma che permanga stabilmente in futuro con un lavoro in comune. Tutto ciò impegna alla collaborazione aperta e inclusiva per una prospettiva di salute. La ricerca scientifica non ha confini per cui un’alleanza per i vaccini è una condizione e una realtà di particolare importanza”, aveva precisato il suo pensiero  a Milano, il 17 settembre.

Non è un caso comunque che Mattarella si sia mosso proprio in queste ore in cui la Gran Bretagna ha dato il via alla campagna di vaccinazione, facendo crescere in una parte dell’opinione pubblica la diffidenza e la paura verso il vaccino anti-Covid. Un problema generale tanto che nel mondo sono già diversi i capi di Stato o gli ex e futuri presidenti che hanno annunciato l’intenzione di vaccinarsi, alcuni anche in diretta televisiva: è accaduto per esempio negli Stati Uniti, dove il presidente Biden si è detto a farsi vaccinare in pubblico per fugare potenziali preoccupazioni sulla sicurezza del farmaco della Pfizer. Anche tre ex inquilini della Casa Bianca si sono resi disponibili a farsi vaccinare in diretta televisiva: Barack Obama, George W. Bush e Bill Clinton. Nel Regno Unito, invece, la Regina Elisabetta potrebbe essere tra i primi a ricevere il vaccino in questi giorni, così come suo marito il 99enne principe Philip e, secondo quanto fatto trapelare, “faranno sapere” una volta che avranno fatto il vaccino.