fbpx

Natale e Capodanno: il Governo pensa ad un’Italia tutta “zona rossa” nei giorni festivi

Natale e Capodanno: il governo valuta un irrigidimento delle misure anticontagio nei giorni festivi e prefestivi per evitare assembramenti

Potrebbero arrivare nei prossimi giorni nuove restrizioni anti Coronavirus. I vari assembramenti in quasi tutte le città italiane sta creando preoccupazione nel governo che sta valutando un irrigidimento delle misure anticontagio nei giorni festivi e prefestivi: l’idea è quella di rendere tutta l’Italia zona rossa o arancione nelle giornate più a rischio, tra Natale e Capodanno, permettendo però un allentamento per i piccoli Comuni per gli spostamenti. Non un nuovo lockdown ma l’ipotesi è adottare norme omogenee in tutta Italia, più “dure”come annunciato anche dalla Cancelliera Merkel in Germania.

Coronavirus, Bonaccini conferma: “verso nuove restrizioni”

Ci vuole un grande equilibrio, ho l’impressione che potrebbero arrivare nelle prossime ore, nei prossimi giorni, qualche restrizione ulteriore in questo Paese perchè i contagi stanno tornando un po’ a risalire”. E’ quanto ha affermato Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, intervenendo al programma Mediaset di Barbara D’Urso. “Col virus dobbiamo convivere – prosegue Bonaccini – bisogna avere un equilibrio e una responsabilità che provi a conciliare le due cose: che la pandemia sanitaria venga affrontata, arrestata e col vaccino poi sconfitta, ed evitare la pandemia economica e sociale”, conclude.

Coronavirus, i partiti di governo: “valutare l’adozione di nuove misure che garantiscano il contenimento dei contagi”

L’intero governo sembra sposare la linea del vigore e delle nuove restrizioni anti Coronavirus. Per il Pd “occorre valutare l’adozione di nuove misure che garantiscano il contenimento dei contagi“. Il M5S punta su “fermezza e rigore” e anche Italia viva chiede “misure anche più restrittive di quelle attuali, se necessario, ma comprensibili e coerenti. Perché solo così i cittadini saranno indotti a rispettarle”.

Coronavirus, i ministri del Pd: “valutare nuove misure restrittive”

“Le misure del Governo stanno funzionando. Malgrado questo, il numero di vittime è drammatico cosi come il numero complessivo dei positivi. Ora bisogna fare di tutto per non disperdere questi risultati. Per questo, alla luce di un sicuro aumento del rischio di assembramenti dovuto al periodo delle festività e alle raccomandazioni alla prudenza e responsabilità del Cts, occorre valutare l’adozione di nuove misure che garantiscano il contenimento dei contagi“. È quanto sarebbe emerso oggi nel corso di una riunione dei ministri Pd con il segretario Zingaretti ed il vicesegretario Orlando.