fbpx

Coronavirus: Conte ‘morbido’ con capigruppo, apre su ricongiungimenti a Natale/Adnkronos (2)

(Adnkronos) – La riunione, iniziata con l’illustrazione del piano vaccini da parte del ministro Speranza -che domani interverrà alle Camere- si è quindi poi concentrata sulle misure del Dpcm con una mossa ‘a sopresa’ da parte dello stesso Conte: e se si riaprissero le scuole il 14 dicembre, senza attendere il nuovo anno? Un’apertura simbolica. “Sarebbe un bel segnale per i ragazzi”, le parole del premier che, a quanto apprende l’Adnkronos da fonti presenti all’incontro, avrebbe chiesto un parere ai presenti.
E le risposte sarebbero state fredde, tranne che da parte di Italia Viva. Anche i 5 Stelle sarebbero stati poco entusiasti, si riferisce, mentre Pd e Leu avrebbero invitato a “evitare false partenze”. E’ emerso anche il “nodo trasporti” e dubbi vista la vicinanza della data avanzata da Conte con le vacanze di Natale. Il presidente del consiglio ha comunque precisato che sull’ipotesi di riaprire i cancelli delle superiori e dei licei -con riunioni preparatorie dal 9 dicembre per garantire il rientro a scuola in massima sicurezza- andrebbe sondato il Comitato tecnico scientifico.
Inoltre all’incontro si è anche parlato della possibilità di istituire un tavolo presso le prefetture per coinvolgere istituti scolastici, trasporti e amministrazioni locali e trovare soluzioni caso per caso, differenziando orari di ingresso e trasporti. Sul capitolo numero commensali ai cenoni ci saranno solo ‘raccomandazioni’, una ‘soft law’. Il coprifuoco per il premier e i ministri va mantenuto alle 22 anche la notte del 24 e del 31 dicembre. Di qui l’ipotesi della messa del 24 dicembre alle 20.