fbpx

Coronavirus: Casasco, ‘nelle crisi Pmi fondamentali per mantenere occupazione’

(Adnkronos) – In Italia come in Europa, dopo la pandemia “sono le piccole e medie imprese quelle che sono in grado di trasformare le idee creative in modelli di business di successo, nel più breve tempo possibile. Come abbiamo già fatto dal 2008 al 2013, durante e dopo la crisi finanziaria. è grazie alle Pmi che siamo riusciti a mantenere i livelli occupazionali e a creare nuovo lavoro. Dal 2015, l’80% di nuovi posti di lavoro in Europa sono stati creati dalle Pmi e non dalla grande industria. Non dimentichiamo che sono sempre loro a generare ben più della metà del PIL europeo.” Lo sottolinea in un’intervista all’Adnkronos Maurizio Casasco, presidente di Confapi (Confederazione delle Piccole e Medie Industrie Private Italiane) lamentando tuttavia la necessità ‘ora più che mai di misure integrate e strategiche, di condizioni chiare, di supporti rapidi e impegni per la definizione di nuove opportunità”.
Per Casasco, che ‘ in qualità di Primo Vicepresidente Europeo e speaker ‘dopo la recente scomparsa del Presidente Ohoven guida anche la confederazione europea delle Pmi (Ceapme) “l’Europa, ma anche i singoli Paesi, devono cambiare il loro approccio. Dobbiamo agire come se fosse ‘ora o mai più’. è una chance da non perdere, sia come Italia sia come Europa e la crisi pandemica ha messo ancora di più in luce la necessità di politiche economiche ed industriali coordinate a livello europeo.”