fbpx

Chievo-Reggina, Toscano in conferenza. I ricordi con Aglietti, i dubbi di formazione e gli indisponibili: “Menez potrebbe recuperare lunedì”

reggina ternana toscano Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

L’incontro con l’ex Aglietti, gli indisponibili e i dubbi di formazione sono alcuni degli argomenti che il tecnico amaranto Mimmo Toscano ha affrontato nella conferenza stampa della vigilia di Chievo-Reggina

A partire da domani, un tour de force micidiale che si protrarrà per quasi un mese. La Reggina, dopo le quattro sconfitte di fila, ci arriva sicuramente un po’ meglio per via della vittoria di sabato scontro contro il Brescia, che ha ridato un po’ più di entusiasmo e morale. Domani sera si va in casa del Chievo (clicca QUI per seguire la diretta), in un campo storicamente ostico e contro una squadra che si è dimostrata abbastanza quadrata quest’anno, allenata dall’ex attaccante amaranto Alfredo Aglietti.

Di questo, ma anche della situazione indisponibili e delle scelte di formazione, ha parlato in conferenza stampa il tecnico Mimmo Toscano. Ecco le sue parole.

IL LAVORO SETTIMANALE“Quando dico che mi fido dei ragazzi è perché li vedo ogni giorno. Si arrabbiano ogni dettaglio in allenamento, quindi questo vuol dire che ci credono. E’ importante lo spirito ritrovato, quello acquisito contro Monza e Brescia. Dare continuità in questo campionato è fondamentale. Bisogna capitalizzare la prestazione e il risultato di sabato. Al Granillo c’era tensione nell’ultima gara, si sentiva l’importanza. E poi quando siamo aggressivi e rischiamo di allungarci, dobbiamo essere bravi a vincere il duello. Se si perde ci possono fare male, a maggior ragione una squadra come il Brescia”.

TOSCANO-AGLIETTI“Ho in mente i ricordi di diverse partite quando mi vengono in mente le partite alla Reggina con Alfredo. Sarà un piacere rincontrarlo anche se non lo potrò riabbracciare per squalifica”.

GLI INDISPONIBILI “Menez ha intensificato il suo lavoro, ci auguriamo di averlo a disposizione per lunedì ma se non sarà lunedì sarà sicuramente per la prossima. Il recupero procede abbastanza bene. Charpentier e Rossi sempre fuori, così come Faty, a cui serve ancora qualche settimana perché ha avuto una lesione abbastanza importante”.

LA CHIAVE TATTICA“La testimonianza del gol di Crisetig dimostra la nostra idea di riempire l’aria, anche nel primo tempo c’abbiamo provato. Si deve fare con continuità, anche perché avendo un centrocampo più robusto ed equilibrato perdiamo in pericolosità e un modo per fare questo è quello di riempire l’aria anche con i centrocampisti. Anche a Denis ho chiesto di presidiare maggiormente l’area perché è quella la sua zona”.

IL NUOVO RUOLO DI CRISETIG“Crisetig è meno nel vivo del gioco da mezz’ala rispetto a prima, ma in questa posizione può sfruttare meglio le sue qualità di rifinitura, inserimento, tiro da fuori. E’ stata la prima sabato in quel ruolo, ci vuole un po’ di tempo per trovare l’intesa giusta ma ha messo grande disponibilità ed è arrivato il gol. Spero arrivi presto anche per Rivas e Lafferty”.

LA FORMAZIONE “Poter scegliere è sempre un vantaggio in più ed è per questo che ho diversi dubbi per domani, perché quando si può scegliere i dubbi aumentano. Ci sono tante partite ravvicinate, bisogna fare tante valutazioni. Tante dubbi li deciderò dopo il risveglio muscolare di domani. Se il 3-5-2 puro è il modulo giusto per questa squadra? Al momento sì, ma come dico sempre aspetto di avere tutti a disposizione per capire qual è il vestito adatto da cucire a questa squadra”.

IL CHIEVO“Sarà una partita intensa, giocata colpo su colpo, dove la lettura delle situazioni e lo spirito faranno la differenza. Entrambe giochiamo con intensità ed è per questo che alla lunga potremmo risentirne, sul finale, ma è per questo che i cambi potrebbero giocare un ruolo fondamentale”.

Chievo-Reggina, dove vedere il match di Serie B: info su diretta Tv e live Streaming