fbpx

Autopsia Maradona, i risultati degli esami: le cause della morte di Diego e l’incredibile stato del suo corpo

Autopsia Maradona, i risultati degli esami medici: niente droga, alcol o medicine per la cardiopatia. Morte dovuta ad un edema polmonare acuto

Il prossimo 25 dicembre, il giorno in cui si festeggia il Natale, sarà un mese esatto dalla morte di Diego Armando Maradona. Sul decesso del ‘Pibe de oro’ aleggia ancora un alone di mistero che gli inquirenti hanno il compito di diradare attraverso le indaggini che hanno coinvolto anche il medico Leopoldo Luque e la psichiatra Agustina Cosachov. Nelle ultime ore il quotidiano argentino ‘Olè’ ha pubblicato gli esiti dell’autopsia effettuata sul corpo del ‘Diez’, dettagli importanti che aiutano a ricostruire le dinamiche del decesso.

Maradona non aveva assunto alcol, droghe o medicinali per la cardiopardia nei giorni precedenti alla morte. Presenti invece tracce di psicofarmaci. La causa della morte è da attribuire ad un edema polmonare acuto, associato alla riacutizzazione di un’insufficienza cardiaca cronica. Il cuore di Maradona era grande, non soltanto per la beneficenza e l’aiuto ai più bisognosi, ma anche a causa di unamiocardiopatia dilatata che lo faceva pesare 503 grammi, quasi il doppio del cuore di una persona normale. Nel fegato dell’ex calciatore del Napoli sono state riscontrate tracce di una probabile cirrosi, dentro i polmoni la rottura di sette alveoli e un fuoco con edema intralveolare, nei reni una necrosi tubulare acuta.