fbpx

Zuccatelli, Siclari (FI): “la Calabria muore per inadeguatezza del governo. fiducia nel presidente Mattarella”

Zuccatelli, la nota del senatore Marco Siclari

“La sanità calabrese è sempre più politicizzata dal Governo, che inserisce nelle zone rosse le regioni governate dal centrodestra e tra queste la Calabria”. Lo afferma in una nota il senatore Marco Siclari.

“Lo dimostra anche la designazione del nuovo commissario Zuccatelli, frutto di spartizione clientelare, da manuale Cencelli, con procedura di nomina illegittima solo perché si tratta di un “soldato” di sinistra. Una pezza peggiore del buco! Cotticelli è stato indicato palesemente come unico “capro espiatorio” per occultare un coacervo di responsabilità governative e ministeriali. Non è certo che Zuccatelli abbia i titoli per ricoprire la carica di commissario e la questione è al vaglio del Tar di Catanzaro. Non è iscritto nell’ “Elenco nazionale dei soggetti idonei alla nomina di Direttore Generale delle Aziende Sanitarie Locali, delle Aziende Ospedaliere e degli altri Enti del Servizio Sanitario Nazionale” tenuto dal Ministero della Salute. Zuccatelli, come commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese Ciaccio” e dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Mater Domini” di Catanzaro e come commissario straordinario dell’Asp di Cosenza è stato denunciato da 9 parlamentari calabresi cinquestelle che ne hanno chiesto le dimissioni e la rimozione per l’illegittimità della nomina. E’ stato al centro di accessissime polemiche per aver affrontato in modo inadeguato l’emergenza sanitaria COVID: per aver congelato i tamponi in attesa di essere processati, in palese violazione della normativa sanitaria con risvolti penali; per la vicenda “Villa Bianca” per essersi opposto alla realizzazione dell’ospedale covid; per la vicenda “Villa Torano” per non aver impedito la consegna dei tamponi ad una struttura privata; per la “rivolta” del personale medico ed amministrativo per il suo atteggiamento unilaterale e dispotico. A conferma della sua inadeguatezza per l’emergenza COVID 19 vi è un video, divenuto virale sui social e sulla stampa online, nel quale il neo-commisario della sanità calabrese esprime, anche in maniera becera e volgare, la sua teoria sulla “non necessità” delle mascherine e sulla estrema difficoltà di trasmissione del virus. Basta. Di fronte al dramma dei calabresi, la cui regione è inserita in fascia rossa per le inadempienze della gestione commissariale governativa, il Governo che fa? In Calabria si muore di sanità ed ancora pensa ad occupare poltrone: l’appartenenza al partito sopra il merito. Noi avevamo proposto Bertolaso, ma loro continuano a non collaborare con le opposizioni. Non c’è altro da aggiungere. Vergogna! Mi appello all’unica nostra speranza per il Paese, al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, affinché valuti anche queste scelte che sembrano inadeguate e pericolose vista l’emergenza nell’emergenza sanitaria in Calabria. Ha così concluso il senatore azzurro”.