fbpx

Zuccatelli neo commissario alla sanità in Calabria, un lettore scrive al Governo: “il popolo calabrese merita gente idonea per gestire l’emergenza Covid”

Un lettore ha inviato un lettera al Governo per esprimere il suo dissenso nei confronti della nomina di Zuccatelli come nuovo commissario alla sanità in Calabria

Ha fatto discutere la decisione del Governo italiano di affidare la sanità calabrese nelle mani del commissario Giuseppe Zuccatelli. Il lettore Domenico Romeo ha inoltrato ai canali di StrettoWeb la mail girata all’indirizzo segreteriaministro@sanita.it per esprimere il suo dissenso e quello di molti calabresi nei confronti di questa nomina. Ecco di seguito la lettera completa:

“Chi scrive è un cittadino italiano e calabrese che chiede alla S.V. la cortesia di prendere in forte considerazione la sostituzione del nuovo Commissario alla Sanità, tale Zuccatelli, nominato dopo il “grande esempio professionale” del Generale Cotticelli. Da dati certi si ravvisa una non idoneità alla carica, viste le considerazioni espresse nel video (ecco il link), dove lo stesso afferma che la mascherina non serve “a un casso”, in completa antitesi con i pareri del Consiglio Superiore della Sanità ed, evidentemente, dello stesso Governo che ha posto obbligo di mascherina su tutto il territorio nazionale. 
Non si capisce il motivo della sua nomina, se non per ragioni politiche e di poltrona. Il popolo calabrese merita gente idonea a ricoprire cariche così delicate, e merita anche una attenta, assidua e stringente supervisione del Ministero a cui si sta scrivendo, e del Governo tutto, sull’operato dei dirigenti posti a ricoprire ruoli di tal fatta. 
Non si capisce poi, secondo quale scellerata logica decisionale si possa mettere a ruolo di risolutore di una EMERGENZA una persona che si trova in quarantena da infezione Covid e che, quindi, non possa agire in EMERGENZA, come a dire che se un medico è indisponibile e c’è rischio di morte, si aspetta che lo stesso medico risolva la sua indisponibilità anziché rivolgersi ad altro medico.
Si chiede a chi governa massima serietà, la quale non risulta evidente dalla nomina di Zuccatelli.
Si spera più che in una risposta al sottoscritto, in una presa di coscienza di quanto fino ad ora essere mancato a questo Governo ed a quelli passati rispetto alla situazione sanitaria, e direi generale, presente in Calabria e in una pronta correzione delle decisioni dello stesso Governo in carica, a prova che chi scrive si sbaglia in toto sulla serietà del Suo operato.
Si coglie l’occasione per porgere cordiali saluti”.

Lettera firmata – Domenico Romeo