fbpx

Il vaccino Pfizer e quel “legame” con Reggio Calabria: l’azienda fu main sponsor della Viola Basket [FOTO e VIDEO]

/

Il vaccino Pfizer e un “legame” diretto con Reggio Calabria, risalente a 25 anni fa: l’azienda statunitense è stata main sponsor della Viola Basket

Un primo segnale di speranza dopo mesi di frustrazione, paura, rabbia. L’azienda farmaceutica statunitense Pfizer, infatti, qualche giorno fa ha annunciato di essere molto avanti con la sperimentazione di un vaccino anti-Coronavirus, testando un’efficacia del 90%. Una notizia ovviamente importante, rilanciata anche sui media italiani con le parole di scienziati, medici e politici, che hanno assicurato un piano specifico per far sì che ad assicurarselo per prime siano le fasce più deboli.

L’azienda in questione, la Pfizer, ha tra l’altro un legame strettamente diretto con… Reggio Calabria. Come mai, penserete voi? Che c’azzecca un’azienda farmaceutica statunitense, a migliaia e migliaia di chilometri da qui, con la città più a sud della penisola italiana? La risposta è nella Viola, il principale club cestistico di Reggio Calabria. Tra il 1993 e il 1995, infatti, sulle maglie della squadra neroarancio era impressa in bella vista la scritta “Pfizer”, per due anni main sponsor della società.

Sono stati, quelli, gli anni più belli della Viola. Il decennio a cavallo del nuovo millennio è infatti coinciso con i risultati sportivi migliori raggiunti nella storia. La Serie A, i playoff scudetto, la semifinale sfiorata con canestro valido ma non convalidato, le stagioni con Recalcati, Zorzi e Gebbia, quelle del giovane Emanuel Ginobili e del PalaCalafiore pieno. Durante quel periodo, come detto tra il 1993 e il 1995, la squadra si chiamava proprio Pfizer Viola Reggio Calabria. Fa un certo effetto sapere che, 25 anni dopo, proprio quell’azienda presente sulle maglie potrebbe essere la prima al mondo ad aver trovato un vaccino efficace contro la pandemia più contagiosa almeno degli ultimi 100 anni.