fbpx

Vaccino Coronavirus, Burioni mette in guardia l’Italia: “il virus verrà sconfitto, ma serve un aspetto fondamentale”

Gettyimages / sittithat tangwitthayaphum

Vaccino Coronavirus, il parere del virologo Roberto Burioni: il virus verrà sconfitto se tutti si vaccineranno, ma servirà fare attenzione

Vaccino Coronavirus, il parere di Burioni – Nelle ultime ore la casa farmaceutica Pfizer ha annunciato la conclusione dello studio di ‘fase 3’ dello sviluppo del vaccino. I risultati sono stati sorprendenti, registrando una protezione del 95%: su 44.000 partecipanti infatti, si sono registrati solo 170 casi di Coronavirus, dei quali 162 su pazienti che avevano ricevuto la vaccinazione ‘finta’. Solo 10 casi sono risultati gravi, 9 dei quali fra i non vaccinati ed uno tra i vaccinati. Il virologo Roberto Burioni ha commentato la notizia facendo un importante osservazione legata alla prudenza, specialmente in un Paese come l’Italia nel quale, recentemente, è cresciuta una certa diffidenza dai vaccini: “i dati in questione, insieme a quelli rilasciati ieri da Moderna, spingono al massimo ottimismo. Tuttavia voglio ricordare che essere vaccinati non significa essere protetti al 100%, anzi, si rischia pure di ammalarsi gravemente. Per essere tutti al sicuro sarà indispensabile che tutti si vaccinino, mentre in Italia l’atteggiamento della popolazione è, inspiegabilmente, molto diffidente. Se il vaccino funzionerà, e se tutti si vaccineranno, c’è la seria possibilità che tra non molto il covid faccia la fine della poliomielite“.