fbpx

La Serie B vuole tornare a 22 squadre: ecco il motivo

Pallone logo Serie B Giuseppe Bellini/Getty Images

Dopo la proposta di ieri in Assemblea di Lega, che dovrà passare dal Consiglio Federale, l’intenzione della Serie B è di tornare a 22 squadre

La Serie B vuole tornare a 22 squadre. Lo scrive la Gazzetta dello Sport in riferimento alla decisione presa in Assemblea di Lega ieri. L’iniziale proposta, che dovrà passare però in Consiglio Federale, prevede tre retrocessioni nella stagione in corso e 21 squadre nel prossimo campionato, che diventeranno 22 nel 2022-2023.

Ma perché questa scelta? “Se la riduzione era stata dettata dall’esigenza di dividersi una più ampia fetta di contributi – si legge sulla rosea – adesso non è gradito l’eccessivo turnover di squadre ogni stagione, ritenuto un unicum a livello internazionale. Oggi, ogni anno, su 20 squadre, 3 si scambiano con la Serie A e 4 si scambiano con la C: 7 su 20 cambiano troppo lo scenario interno, secondo la Lega B. Invece 6 su 22 garantirebbe un turnover più soft. Dettaglio non da poco: hanno votato sì alla proposta 18 società su 20, con il Pescara assente e la Salernitana astenuta. Ovviamente, visto che lo stesso club di Lotito (e Mezzaroma) era stato il principale artefice del taglio di 3 squadre nel 2018. Il tutto, come detto, dovrà passare al vaglio del Consiglio federale”.

Proposta Serie B a 21 squadre, si prospetta guerra! Ghirelli: “Non esistono campionati con numeri dispari”