fbpx

Scuole chiuse in Calabria, bimbo di 3 anni vuole conoscere Spirlì: “mamma, mi fai vedere l’uomo brutto che ha chiuso l’asilo?” [AUDIO]

Calabria, bambino di Reggio si sfoga con la mamma: “voglio vedere Spirlì, l’uomo brutto che ha chiuso l’asilo”

“Mamma mi fai vedere Spirlì, quel brutto che ha chiuso l’asilo? Lo voglio vedere!”. Sono queste le parole di un bambino di soli 3 anni che vive a Reggio Calabria e ama frequentare la scuola materna chiusa per ordinanza del Presidente f.f. della Regione Nino Spirlì.

Reggio Calabria, bimbo di 3 anni vuole vedere Spirlì: “il brutto che ha chiuso l’asilo” [AUDIO]

I bimbi dai 3 anni in su non rientrano nella fascia di età autorizzata a poter continuare ad andare all’asilo, a differenza di quelli del nido (0-3 anni) che invece sono rimasti aperti. I bambini stanno risentendo molto di queste restrizioni che li privano di vivere gli anni più belli, quelli scolastici, di crescita, gioco e socialità insieme ai coetanei. Alzarsi la mattina e andare all’asilo sta diventando una richiesta sempre più pressante da parte di molti bimbi che desiderano tornare a vivere, dopo i sacrifici già imposti nella scorsa stagione scolastica quando erano rimasti chiusi in casa per svariati mesi.

Eppure in Calabria, mentre tutti gli esperti assicurano che non c’è alcuna zona rossa e i dati epidemiologici e ospedalieri hanno gli indicatori migliori d’Italia, il Presidente regionale ha deciso di chiudere tutte le scuole, anche quelle (cioè fino alla prima media) che potevano rimanere aperte da Dpcm anche in “zona rossa”.

Covid-19, il prof. Franco Romeo: “Calabria non è da zona rossa, ha la mortalità più bassa d’Italia e 3 grandi Ospedali che hanno tenuto senza criticità”

Il cardiologo Enzo Amodeo: “qui in Calabria non c’è nessuna zona rossa, io ho l’ospedale vuoto. E non abbiamo bisogno di Gino Strada”