fbpx

Scuola: Rampelli, ‘Conte, Azzolina e De Micheli commissariati da prefetti’

Roma, 30 nov. (Adnkronos) – ‘Dopo 10 mesi di annunci e giravolte sulla scuola da parte del premier e dei suoi ministri, sulla possibile apertura a dicembre o il 7 gennaio prossimo il governo ‘decide di non decidere’. Dalle indiscrezioni delle ultime ore sembrerebbe che la scelta di garantire il rientro in classe – orario compreso – di milioni di studenti spetterà ai prefetti, che riuniranno sindaci, presidi e rappresentanti delle aziende del trasporto pubblico locale”. E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.
“Si tratta di un altro fallimento di questo esecutivo, che non ha potenziato i mezzi di trasporto impiegando i bus privati, i taxi e gli Ncc ‘ come da noi proposto ‘ e tantomeno attivato un patto educativo con le scuole pubbliche paritarie per meglio distribuire gli studenti nelle scuole e favorire le lezioni in presenza. Conte, Azzolina e De Micheli cedono questo potere a prefetti, uffici speciali, cabine di regia, istituti, comitati, consulenti. Tutti decidono, tranne coloro che dovrebbero farlo prendendosi le loro responsabilità che democrazia impone di fronte ai cittadini. Una vera farsa”, conclude Rampelli.