fbpx

Sant’Eufemia e Sinopoli: l’assurda Odissea della zona rossa dimenticata, commercianti disperati

Zona rossa di Sant’Eufemia e Sinopoli ancora non revocata: cosa sta succedendo?

Solo due giorni fa vi avevamo raccontato l’Odissea dalla zona rossa di Sant’Eufemia d’Aspromonte e Sinopoli. Oggi, nulla è cambiato. O meglio: si è appena saputo che da venerdì saremo zona rossa, a livello regionale, ma la revoca della zona rossa di Sant’Eufemia e Sinopoli non c’è ancora, nonostante i contagi siano azzerati ormai da giorni e non ci sono nuovi positivi. Il motivo? Resta un mistero. Ciò che siamo riusciti a sapere è che oggi sono stati revocati i posti di blocco per i due comuni, ma la revoca delle restrizioni non è arrivata, benché fosse attesa per ieri sera. Le notizie in merito da parte dell’Asp di competenza sono pari a zero.

Pare, da fonti regionali, che l’impegno a Roma per contrattare con il governo sul livello di criticità da assegnare alla regione – evidentemente non andato a buon fine – abbia impedito ai nostri amministratori di decidere il destino di quei territori. Incredibile? In teoria no, ma in pratica pare sia così. Di fatto oggi i cittadini erano nella confusione più totale e i commercianti disperati: domani, solo domani, potrebbero riaprire visto che il Dpcm entrerà in vigore da venerdì, ma ufficialmente non possono. Non ci sono più controlli, è vero, ma basta questo per avere garanzia di non incorrere in multe salate? Tutte domande senza risposta e intanto, visto ciò che ci aspetta almeno per i prossimi 14 giorni, la confusione regna sovrana e nessuno sembra riuscire a dare risposta a dei cittadini che sono ormai nel limbo di un’attesa agonizzante da giorni.