fbpx

Sanità in Calabria, sindaco di Catanzaro: “Gaudio ha rinunciato anche per la pubblicazione della notizia dell’indagine a suo carico”

Sergio Abramo

Anche il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo è intervenuto in merito alla rinuncia di Eugenio Gaudio a gestire la sanità in Calabria

“E il risultato della gogna mediatica che porta le persone designate a mandare tutti a quel paese e a ritirarsi”. Sono le parole del sindaco di Catanzaro Sergio Abramo all’Adnkronos in merito alla rinuncia di Eugenio Gaudio all’incarico di Commissario ad Acta della sanità in Calabria.

“Non parlo tanto di Cotticelliprosegue Abramo – perché in quel caso la vicenda era più grave, ma Zuccatelli è stato penalizzato per una battuta, dopo la quale ha deciso di lasciar perdere. La rinuncia di Gaudio è sicuramente dipesa anche dalla pubblicazione della notizia sull’indagine a suo carico, nonostante essere indagati non significhi nulla, non si è ancora capito che un avviso di garanzia non significa colpevolezza, eppure scatta subito la gogna mediatica”.

“Molti hanno anche paura di prendersi la responsabilità di gestire un commissariamento, che non significa solo organizzazione sanitaria, ma occorre entrare anche nei conti delle singole Asp, guardare bene le perdite economiche e gli eventuali doppi pagamenti, non è facile. C’è bisogno di un po’ di calma, essere cauti, magari coinvolgere i sindaci nella scelta, vedremo che succederà giovedì nell’incontro che noi sindaci avremo col presidente Conte“.