fbpx

Sanità in Calabria, l’ex Sindaco Arena detta la strada: “il Governo costituisca Unità di Crisi e ripari immediatamente i danni procurati”

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

L’ex Sindaco Arena punta il dito contro i politici locali: “la smettano di litigare, di fare proclami, dirette FB e selfie”

“Con l’intervista al Commissario Cotticelli la trasmissione Titolo Quinto ha svelato l’arcano. Ora che è tutto chiaro bisogna agire, pretendere che lo Stato intervenga con la massima urgenza, IMMEDIATAMENTE. La situazione è drammatica e va affrontata con serietà ed unità d’intenti, è inutile fare considerazioni, puntare l’indice contro tutto e tutti, scandalizzarsi, imprecare. Bisogna indirizzare la protesta verso l’unico l’obiettivo: realizzare strutture necessarie a fronteggiare l’emergenza COVID19”. Lo scrive tramite il proprio account Facebook Demetrio Arena.

L’ex Sindaco di Reggio Calabria, che due sere fa aveva assistito in prima persona alle proteste dei reggini contro la “zona rossa”, commenta lo scandalo del commissario alla sanità Cotticelli e detta la strada alla politica sulle iniziative da dover prendere per risolvere i problemi ed iniziare a contrastare l’emergenza Coronavirus: “Lo hanno fatto in tutte le Regioni in pochi giorni, bisogna pretendere che il Ministero della Salute prenda atto di quanto è accaduto, si assuma le proprie responsabilità e proceda costituendo una Unità di Crisi (mobilitando la Protezione Civile) che operi con ampi poteri e le dovute risorse per riparare ai danni procurati e fronteggiare una situazione che potrebbe evolversi drammaticamente. Mobilitiamoci e pretendiamo che i nostri rappresentanti (Parlamentari, amministratori locali) la smettano di litigare, di fare proclami, dirette FB e selfie. Signor sindaco basta chiacchiere, propaganda e solidarietà di facciata, si alzi dalla sedia e faccia il suo DOVERE, si attivi di concerto con la Regione, contatti il Ministro perché l’ emergenza maggiore è nella nostra città. È in gioco la vita e la libertà dei reggini”.