fbpx

Sanità in Calabria, Porro: “il debito lo ha ridotto più Scopelliti che altri commissari in 11 anni”

nicola porro cotticelli sanità calabria

L’opinione del giornalista Nicola Porro sulle vicende che sono accadute nelle ultime settimane riguardo il tema della sanità in Calabria

“Assurdo quello che è un successo in Calabria, dove fino a poche settimane fa la sanità era gestita da un commissario (Cotticelli) nominato dallo Stato che non sapeva di dover ideare il Piano Covid. Poi in sostituzioni è arrivato un altro commissario (Zuccatelli), che evidentemente ha detto cose oggi non accettabili, dimissionato anche lui. Oggi l’ex rettore della Sapienza Gaudio risulta avere un avviso di garanzia, anche se ciò non significa essere colpevole, tranne per una parte di questo Governo che in passato lo credeva. E ancora si fa il nome di Gino Strada come consulente, il quale afferma sui social che però non esiste alcun tandem con Gaudio. Ci sono dei piccoli segnali sulla questione, il debito lo ha ridotto più Scopelliti che altri commissari, diciamolo chiaramente, ma se Gino Strada dice di attendere ancora che qualcuno lo contatti, significa allora che c’è un po’ di confusione”. Ad affermarlo il giornalista Nicola Porro che ieri sera, durante il suo programma “Quarta Repubblica” in onda su Rete4, ha dato ampio risalto alla questione sanità in Calabria.

“Sanità in Calabria, Conte fuori Strada”: la Rassegna Stampa di oggi martedì 17 Novembre [VIDEO]