fbpx

Sanità Calabria, il Governo verso la nomina del nuovo commissario: in pole c’è Federico D’Andrea, un altro militare. Ipotesi Cdm domani, i DETTAGLI

conte

Sanità in Calabria, in queste ore il premier Giuseppe Conte starebbe vagliando con i ministri il profilo più adatto

In queste ore si sta lavorando per nominare domani il nuovo commissario alla Sanita’ in Calabria. E’ quanto spiegano diverse fonti di governo, secondo le quali il premier Giuseppe Conte starebbe vagliando con i ministri il profilo piu’ adatto, con l’obiettivo di ufficializzare il nome nella riunione del Consiglio dei ministri in programma per domani mattina.

Calabria: sul tavolo di Conte rosa con i nomi dei Commissari, obiettivo chiudere domani

Mentre è in corso a Palazzo Chigi una riunione tra il premier Giuseppe Conte e una delegazione di sindaci calabresi poco prima raccolti in piazza Montecitorio per protestare, va avanti il lavoro del governo per chiudere la partita del nuovo commissario calabrese alla sanità già domani, nel Cdm convocato sul dl ristori ter e su una nuova richiesta di scostamento di bilancio. Una rosa di nomi, riferiscono fonti di governo, è sul tavolo del premier. Non solo quello dell’ex ufficiale della Gdf Federico D’Andrea, che molti danno in pole, ma anche quelli di Pellegrino Mancini, direttore del Centro regionale trapianti, e di Narciso Mostarda, medico e dirigente dell’Asl Roma 6. Tra i nomi che circolano in questi giorni ci sono anche quelli dell’ex prefetto di Milano Francesco Paolo Tronca e di Nicola Gratteri, il procuratore di Catanzaro vicino ai grillini che, nei giorni scorsi, si era schierato apertamente contro un’eventuale nomina di Gino Strada. Il fondatore di Emergency sarebbe invece fuori dalla corsa, benché i parlamentari calabresi, con il capo delle commissione Antimafia Nicola Morra in testa, starebbero continuando a fare pressing sul suo nome.

Calabria, Boccia: “il piano Covid c’è”

In Calabria “il piano Covid c’è. Spirlì sa che stiamo lavorando insieme sull’emergenza, con la Protezione civile, le aziende ospedaliere, il personale sanitario. Credo che in questo momento nessuno di noi possa fare il burocrate, chi fa politica deve assumere decisioni”. Lo ha detto Francesco Boccia a Oggi è un altro giorno. Lunedì “in mattinata apre l’ospedale da campo a Cosenza. Stiamo lavorando indipendentemente dal commissario ad acta che, quando ci sarà ci aiuterà”, ha aggiunto il ministro delle Regioni.

Calabria, Boccia: “Commissario non è supereroe che risolve tutto”

“Il piano Covid della Calabria c’è e il presidente Spirlì che stiamo lavorando”. Così il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, intervistato a ‘Oggi è un altro giorno’, su Rai 1.”Il Commissario si occupa del ripiano del disavanzo ma non è un supereroe che si occupa di tutto”, aggiunge. “L’Italia lavora indipendentemente dal Commissario ad acta”.