fbpx

Reggio Calabria, in fase di completamento i lavori per la realizzazione della Rotatoria presso il Quadrivio “Bombino”

Reggio Calabria: ad annunciare l’imminente ultimazione dei lavori il Consigliere comunale cittanovese Francesco D’Agostino

Sono in fase di completamento i lavori per la realizzazione della Rotatoria presso il Quadrivio “Bombino”. Una notizia importante, attesa a lungo dai cittadini e che chiude il cerchio su un percorso iniziato quasi dieci anni fa. A breve l’opera vedrà la luce e sarà pienamente disponibile per gli automobilisti che, quotidianamente, percorrono le arterie provinciali in direzione di Cittanova, Taurianova, Rizziconi e Polistena. Ad annunciare l’imminente ultimazione dei lavori il Consigliere comunale cittanovese Francesco D’Agostino, già Consigliere provinciale e regionale negli anni scorsi, che proprio nel 2011, grazie al suo impegno, fece inserire nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche l’intervento di viabilità per il Quadrivio “Bombino”.

Parliamo di un’iniziativa di respiro e prospettiva – ha spiegato D’Agostino – che guarda ad un territorio ampio e tra i più popolosi della regione. Nelle vesti di Consigliere provinciale, sempre attento alle esigenze delle comunità del mio comprensorio, decisi di insistere per la programmazione di questo intervento. L’installazione di un impianto semaforico si era rivelata dispendiosa e controproducente, e dunque la sicurezza di migliaia di automobilisti andava tutelata con un’infrastruttura capace di regolamentare in modo efficacie il traffico in quel tratto viario”.  L’iter burocratico ha richiesto lunghi anni di gestazione, in particolare per la disciplina e l’esecuzione degli espropri. Un nodo complesso, a lungo trattato dalla politica e dagli Uffici della Provincia di Reggio Calabria e, successivamente, dalla Città Metropolitana. “Ho seguito questo percorso con attenzione, passo dopo passo, assumendomi l’onore di vigilare affinché l’opera venisse realizzata e i fondi salvaguardati – ha proseguito l’ex Consigliere regionale -. Nonostante il passare del tempo, ho sempre informato i cittadini dei progressi fatti dall’iter. Una comunicazione costante, che ho ritenuto fondamentale sin dal primo giorno di impegno politico”.

La Rotatoria “Quadrivio Bombino” entra nella programmazione provinciale il 25 gennaio del 2011, quando il Consiglio di Palazzo “Alvaro” approva il Piano Triennale 2011/2013 delle Opere Pubbliche. Per l’opera in questione vengono stanziati 150mila euro. Il percorso burocratico prosegue e, il 10 maggio 2011, si arriva all’approvazione del progetto preliminare e del piano delle spese. Documenti che poi verranno rimodulati per variazioni tecniche e nuovamente approvati il 7 dicembre 2012. Nel frattempo, con atto del 29 marzo 2012, viene approvata la determinata per l’incarico necessario alla progettazione definitiva ed esecutiva. Il 19 luglio del 2013 il progetto definitivo approda in Consiglio comunale a Cittanova per l’approvazione della variante allo strumento urbanistico e la presa d’atto dell’inizio degli espropri da parte della Provincia.

Alla relativa celerità dei primi periodi segue il momento delle lungaggini dovute proprio agli espropri. “Un risvolto che avremmo voluto evitare – ha spiegato Francesco D’Agostino – perché consapevoli del tempo necessario alla risoluzione delle problematiche economiche e burocratiche conseguenti alla sottrazione di terreno ai privati per utilità pubblica”. Alla fine, però, grazie allo stimolo costante apportato da Francesco D’Agostino, anche questo ostacolo viene superato e il 22 maggio 2017 si arriva all’approvazione del progetto esecutivo. Nel 2018 la Suam aggiudica l’appalto e, l’anno successivo, consegna i lavori. Il contezioso per la rimozione di un pilone Telecom è solo l’ultimo intoppo di un percorso che, tra pochissimo, renderà più sicure e fruibili due arterie fondamentali per la viabilità provinciale e, in particolare, della Piana.

Esprimo enorme soddisfazione per il risultato che stiamo per centrare – ha concluso il Consigliere comunale cittanovese -. Un risultato a cui ho sempre creduto, nonostante le critiche strumentali e gli intoppi di vario genere. Un ringraziamento agli Uffici provinciali e della Città Metropolitana, ai tecnici e al Direttore dei lavori, che hanno contribuito alla realizzazione di questa infrastruttura importante. Solo con la tenacia si possono realizzare grandi obiettivi. E la Rotatoria presso il Quadrivio Bombino lo è a tutti gli effetti”.