fbpx

Reggio Calabria, cittadino guarito dal Covid accoglie l’appello del GOM per donare il plasma ma resta bloccato dall’ASP: “vorrei aiutare l’Ospedale, ma di fatto mi è impedito”. La TESTIMONIANZA

Tampone covid aeroporto

Reggio Calabria, le lentezze dell’ASP completamente ingolfata bloccano anche la possibilità delle donazioni di sangue e plasma: la testimonianza di un cittadino a StrettoWeb

Stamattina il GOM di Reggio Calabria ha lanciato un accorato appello alla donazione del sangue e del plasma, in modo particolare per i guariti di Covid-19 che ormai anche nella nostra Provincia sono 1.675. Purtroppo, però, la procedura per la donazione sembra interrompersi prima ancora di iniziare, almeno così è successo ad uno di questi guariti, Antonio, che ha avuto il cuore di rispondere immediatamente all’appello del GOM e ha inviato a StrettoWeb una testimonianza disarmante che riportiamo integralmente:

Spett.le redazione di stretto web,
sono uno dei tanti che, purtroppo ha contratto il COVID-19 con ricovero in ospedale per 10 giorni e da quasi un mese dimesso.
Ho accolto l’appello lanciato dal centro trasfusionale per la donazione del plasma in quanto sono guarito e con tampone negativo.

Chiamo il centro trasfusionale per un appuntamento e oltre una serie di domande, mi chiedono dove ho fatto l’ultimo tampone,
che ha attestato la negatività, gli rispondo che, visto i tempi dell’ASP, l’ho fatto privatamente in un centro d’eccellenza della città,
con tecnica molecolare – PCR, al momento l’unico sicuro sull’esito.

Mi rispondono che per loro ha validità solo quello dell’ASP, chiedo a questo punto di prenotarmi per un tampone all’ASP, ma loro non lo possono fare.
Mi dicono che devo farlo io, provo a chiamare il numero delle prenotazione, ma è sempre occupato e nessuno è in grado di darmi delle risposte.

Mi chiedo a questo punto, vista la situazione di emergenza in cui viviamo, come possiamo aiutare a curare i nostri malati,
se vengono impedite le iniziative solidali come queste?

Antonio.