fbpx

Reggio Calabria, riparte la caccia alle streghe: dilaga il terrorismo psicologico ma i cittadini stanno rispettando egregiamente le regole [FOTO E VIDEO]

/

Basta con questo clima di terrore, la popolazione sta rispettando le regole imposte dal Dpcm: un racconto del Corso Garibaldi di domenica pomeriggio

Guardate le immagini in alto, è il Corso Garibaldi di Reggio Calabria. Gli scatti realizzati da una nostra lettrice testimoniano la situazione in una delle vie più importanti della città, che intorno alle 18.30 di domenica si mostra completamente vuota. Niente ressa, nessun assembramento come qualcuno in questi giorni ha voluto far credere per provare a terrorizzare la gente e convincerla a rinunciare anche alle poche libertà ancora concesse. Insomma, la caccia alle streghe è ripartita. E tra l’altro senza motivo, perché i cittadini di Reggio stanno dimostrando di essere anche fin troppo rispettosi delle regole imposte dall’ultimo Dpcm. Non meritano di essere trattati come degli appestati, nessuno può vietare ad una persona di fare una passeggiata o una corsetta nei pressi della propria abitazione, di compare un paio di scarpe o un vassoio di dolci nel proprio locale preferito. Nessuno deve accusare i reggini di aver violato le norme, di sottovalutare la pericolosità del Coronavirus, di non mostrare rispetto per la gente purtroppo defunta in questi mesi di pandemia. Non sarà un vecchietto che passeggia sul Corso, oppure un ragazzino che corre sul Lungomare a provocare un focolaio di contagi. Attribuire queste colpe è da vigliacchi e, a dirla tutta, se ci troviamo in questa situazione di emergenza sanitaria è proprio per atteggiamenti di irresponsabilità. Si, ma di certa classe politica!

Reggio Calabria, Corso Garibaldi completamente vuoto di domenica pomeriggio [VIDEO]