fbpx

Reggio Calabria: atto vandalico alla scuola dell’Infanzia Arghillà – Salice. Marra: “gli autori sono dei vigliacchi” [FOTO]

/

Reggio Calabria: atto vandalico alla scuola dell’Infanzia Arghillà – Salice. Marra: “Vigliacchi. Non c’è altro modo per definire chi si è macchiato di un atto così meschino”

“Vigliacchi. Non c’è altro modo per definire chi si è macchiato di un atto così meschino. Con la complicità del buio della notte, balordi senza dignità, hanno ridotto così la scuola dell’infanzia Salice – Arghillà. Spero che al più presto e con pugno duro, gli organi inquirenti e la magistratura, facciano luce su quanto accaduto. Tutto il mio sostegno alla dirigente scolastica e al personale, costretti a far fronte a questo scempio”. E’ quanto afferma Enzo Marra, Presidente del Consiglio comunale di Reggio Calabria.

Reggio Calabria, vandalismo alla scuola dell’infanzia “Salice-Arghillà”. Il garante Mattia: “sdegno per l’atto e vicinanza alla comunità”

“Condanno fermamente quanto avvenuto stanotte all’interno della scuola dell’infanzia “Salice-Arghillà”. Esprimo un forte sdegno per questo vigliacco, balordo e meschino atto vandalico e una profonda vicinanza alla dirigente Simona Sapone, a bambini, personale e famiglie e a tutte le persone perbene del comprensorio nel quale insiste la struttura scolastica“. Così il Garante Metropolitano per l’Infanzia e l’Adolescenza Emanuele Mattia ha commentato la devastazione compiuta stanotte da ignoti all’interno della scuola dell’infanzia dell’estrema periferia Nord cittadina, caratterizzatasi per imbrattamento con vernici e danneggiamento di pareti, pavimenti, arredi, tecnologie ed oggetti vari. “Non c’è alcun rispetto neanche per i bambini. E si colpisce in un momento di grande difficoltà per il mondo della scuola e delle famiglie. Mi auguro che i Carabinieri, prontamente intervenuti, assicurino alla giustizia questi delinquenti. Nel frattempo, è già partita l’interlocuzione con la dirigente Sapone, alla quale ho espresso personalmente solidarietà a nome del mio Ufficio, dalla quale sono emersi alcuni immediati bisogni per rimediare a questa pesante situazione, per i quali ci siamo già attivati alla loro soddisfazione”, ha aggiunto in conclusione Mattia.

Reggio Calabria: atto di vandalismo alla scuola infanzia Salice – Arghillà. Articolo Uno: “Siete dei vili e vigliacchi”

“Nel buio della notte sono stati imbrattati con la vernice muri, suppellettili e mobili, mentre alcuni schermi di personal computer sono stati distrutti, per tale atto non possiamo che esprimere il nostro sconcerto e la nostra massima solidarietà alla comunità scolastica, alle famiglie e agli operatori tutti, ad affermarlo sono i membri di Articolo Uno Reggio Calabria. Serve al più presto che gli organi preposti e la magistratura, facciano luce su quanto accaduto e che d’altra parte -proseguono- le forze sane di questa città facciano quadrato al fine di denunciare ed emarginare tali impostori. La scuola per noi da sempre pilastro di conoscenza e legalità non può per nessun motivo essere ostacolata e distrutta, per questo i vandali che hanno compiuto questo scempio ed attacco alla democrazia, per noi sono i nemici della città”. E’ quanto scrive in una nota il segretario provinciale Alex Tripodi, l’Assessore Politiche Sociali, Demetrio Delfino, il Capogruppo consiliare Filippo Quartuccio, il Consigliere Comunale Giuseppe Nocera.

Reggio Calabria, Neri: “la furia devastatrice dei soliti balordi senza dignità, della scuola dell’infanzia Arghillà – Salice lascia una profonda ferita nella coscienza di tutti noi”

“La furia devastatrice dei soliti ignoti, balordi senza dignità, della scuola dell’infanzia Arghillà – Salice lascia una profonda ferita nella coscienza di tutti noi”. Queste le parole del consigliere regionale Giuseppe Neri, in seguito agli atti vandalici subiti dalla Scuola dell’Infanzia Arghillà – Salice (RC). “Purtroppo, non è la prima volta che l’istituzione scolastica ‘Radice Alighieri’ nel quartiere di Arghillà, è soggetta ad atti vandalici perpetrati da chi, con codardia, utilizza il favore delle tenebre per distruggere e deturpare quei luoghi accoglienti e formativi, adibiti ad ospitare la didattica dei bambini. In una scorribanda notturna devastati: l’attrezzatura per l’attività didattica, libri e materiale scolastico; anche banchi, sedie e armadietti distrutti dalla furia dell’ignoranza e della delinquenza”. “Forse siamo di fronte – continua Neri – ad un atteggiamento di sfida, o semplicemente dinanzi ad un triste caso di noia esistenziale; sta di fatto che, vandalizzare e defraudare asili e scuole cittadine significa attaccare il patrimonio educativo e sociale, destinato alla crescita personale e valoriale delle future generazioni dell’intera comunità reggina”. “Da cittadino, ancor prima che da rappresentante delle Istituzioni – conclude l’esponente di ‘Fratelli d’Italia’ – mi auguro che le Forze dell’ordine, di certo attivamente impegnate nella individuazione dei responsabili, riescano al più presto a consegnare alla giustizia i vigliacchi che si sono macchiati di un gesto così vile. Alla dirigente dell’Istituto comprensivo ‘Radice Alighieri’, Avv. Sapone, agli insegnanti e a tutto il personale scolastico va tutta la mia solidarietà, certo che non si lasceranno scoraggiare dallo scempio registrato quest’oggi. Il mio concreto contributo di vicinanza non verrà meno”.

Reggio Calabria: atto di vandalismo alla scuola infanzia Salice – Arghillà.Nucera: “è un gesto vile senza alcuna spiegazione”

La notte scorsa ignoti si sono introdotti nella scuola d’infanzia di Salice – Arghillà, diretta da Simone Sapone, arrecando diversi danni e imbrattando i locali. “È un gesto vile senza alcuna spiegazione. Distruggere e imbrattare i locali e i materiali utilizzati dai bambini con brutalità e vigliaccheria, denota solo la volontà di perpetrare un atto vandalico che condanno vivamente“. Lo dichiara Lucia Anita Nucera consigliera comunale del PD. “Spero che si faccia luce al più presto su questo episodio di violenza e che le forze dell’ordine e la magistratura individuino i responsabili assicurandoli alla giustizia. Esprimo tutta la mia solidarietà alla dirigente scolastica Simona Sapone che ha sempre operato per il bene della comunità scolastica in un contesto a volte difficile, con l’obiettivo di promuovere come agenzia educativa, la formazione, l’integrazione e l’educazione del bambini”. Sui danni subiti dalla struttura, Lucia Nucera aggiunge: “Un atto crudele perpetrato a danno di minori che hanno diritto di studiare e che soprattutto in questo momento di difficoltà, hanno bisogno di tranquillità e di continuità. Prendersela con dei bambini è un gesto vigliacco che non ha alcun senso se non quello di voler togliere dignità ad un punto di riferimento della comunità civile, appunto la scuola, luogo dove i minori imparano la cultura per essere cittadini attivi da grandi e condannare questi gesti vili”.

Reggio Calabria, Filomena Iatì: “basta vandalismi che uccidono lo sviluppo dell’infanzia”

“Quando stamattina ho letto dell’atto vandalico ai danni del plesso dell’istituto comprensivo Radice-Alighieri di Catona Il mio pensiero è stato contrastato: esprimere pubblicamente la mia indignazione per quello che è accaduto o rimanere in silenzio per non dare importanza pubblica agli imbecilli? Ho scelto la seconda soluzione per denunciare le grandi distorsioni sociali che lasciano spazio ai vandali che devastano le scuole“. E’ quanto scrive in una nota Filomena Iatì, Consigliere per Reggio Città Metropolitana. “Il plesso scolastico è simbolo di educazione, ma diventa anche un luogo in cui sfogare le assenze di educazione. Spero che presto siano identificati coloro i quali hanno bisogno di questo per essere protagonisti nelle loro inutilità. In questi momenti di grandi difficoltà dovuti alla gestione della pandemia Covid, con i docenti che lavorano con grandissime difficoltà e con grande tempo dedicato alla Didattica a distanza, con le famiglie e gli studenti che sono coinvolte in questa nuova metodologia, dobbiamo assistere ad una realtà da bulletti di quartiere. Teniamo alta l’attenzione sul sistema istruzione, non abbassiamo la guardia ed usiamo le certezza del diritto per sanzionare e dare esempi di educazione civica”, conclude.

Reggio Calabria, distrutta la scuola per l’infanzia Arghillà-Salice. Paris: “la migliore risposta per contrastare la violenza, ridare ai nostri ragazzi la loro scuola”

“L’atto vandalico perpetrato nella scuola per l’infanzia Arghillà Salice di Reggio Calabria è sicuramente un episodio che offende l’intera comunità scolastica, la dignità dei piccoli studenti, degli insegnanti e di coloro che si impegnano per garantire ai nostri bambini una scuola di qualità. E’ intollerabile che venga deturpato il patrimonio pubblico da scellerati e ignoranti che, ancora una volta, hanno dimostrato la loro infinita piccolezza non rispettando le regole della civile convivenza”, è quanto scrive in una nota il consigliere regionale, Nicola Paris. “Confido nel lavoro delle forze dell’ordine affinchè i responsabili di questo vile gesto, paghino per ciò che hanno fatto. Sono vicino alla dirigente scolastica, a tutto il personale educativo, amministrativo, ai piccoli alunni colpiti da questo atto violento e criminale, non vi lasceremo mai soli e anche in questa difficile battaglia di civiltà vi staremo accanto. Una cosa è certa, le scuole sono la nostra priorità pertanto, dobbiamo dare una risposta forte a chi vorrebbe che subissimo passivamente questo tipo di violenza. La scuola è il luogo in cui si avvia il percorso che porterà alla formazione dei futuri cittadini e ricostruire in tempi brevi tutto ciò che è stato volontariamente distrutto, sarà la migliore risposta per contrastare ogni forma di sopraffazione e violenza“, conclude.

Reggio Calabria, distrutta la scuola per l’infanzia Arghillà-Salice. Nasone: “atto odioso”

“Ritornano gli atti di vandalismo in città e che vedono bersaglio beni comuni importanti che tutti dovrebbero tutelare e custodire. Quello che ha visto devastata la scuola per l’infanzia di Arghillà è  un atto particolarmente odioso perché colpisce un quartiere dove si registra una grave carenza di servizi per i minori a fronte di una condizione di grande disagio e di povertà minorile”. E’ quanto afferma Mario Nasone, Presidente Agape. Un quartiere difficile che vede la scuola, le parrocchie, le associazioni impegnate a tessere una rete di alleanze educative e che questi gesti criminali tendono a disfare. Agape esprime vicinanza a queste agenzie educative e invita tutte le istituzioni a ridare spazio ed attenzione a queste periferie opponendo alla subcultura di chi vuole distruggere, azioni di politica sociale che aumenti offerta educativa e opportunità”, conclude.

Reggio Calabria, Milia (FI): “punire fermamente autori del raid all’asilo di Salice-Arghillà”

“Purtroppo tutti noi reggini prendiamo atto che stanotte si è registrato l’ennesimo episodio di inciviltà, violenza e mancato rispetto delle più elementari regole della convivenza civile di fronte al quale auspico che la magistratura e le forze dell’ordine facciano chiarezza al più presto, individuando e punendo fermamente i responsabili di tanta vigliaccheria e miseria umana”. E’ quanto scrive in una nota Federico Milia, capogruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale. “Se danneggiare un bene di pubblica utilità non può mai trovare alcuna giustificazione in quanto gesto di inaudita gravità, danneggiare un bene destinato ai bambini come appunto la Scuola dell’infanzia Salice – Arghillà è un gesto vigliacco prima che ingiustificabile che deve essere condannato fermamente”, conclude.