fbpx

Reggio Calabria, durissima replica dell’ASP a Falcomatà: “gli abbiamo già chiesto di chiudere le scuole da giorni. Abbiamo già dato l’ok al trasferimento dei pazienti per Sabato 14 e il Sindaco lo sa”

Reggio Calabria, durissima nota dell’ASP in replica alle parole del Sindaco Falcomatà

Con una durissima nota, l’ASP di Reggio Calabria replica alle dichiarazioni rilasciate stasera dal Sindaco Giuseppe Falcomatà nella sua diretta facebook. La Commissione Straordinaria che regge l’ASP reggina rivendica di aver già chiesto al Sindaco di chiudere le scuole della città in modo ufficiale da diversi giorni, chiarisce di aver già disposto l’autorizzazione al trasferimento dei pazienti meno gravi dei Riuniti a Gioia Tauro da Sabato 14 Novembre (dopodomani), e di aver effettuato un sopralluogo nel Covid-Hotel indicato proprio dal Comune reggino.

Di seguito la nota dell’ASP:

Si apprende da articoli di stampa apparsi in serata sui giornali online, che il Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà ha ordinato all’ASP di Reggio Calabria – che non avrebbe dato alcun riscontro – il trasferimento immediato di pazienti meno gravi dall’Azienda Ospedaliera di Reggio Calabria al Presidio Ospedaliero di Gioia Tauro o ad altre strutture ospedaliere con assistenza sanitaria per decongestionare il Grande Ospedale Metropolitano.

Al riguardo, è doveroso precisare che in data 10 novembre scorso, nel corso di un’apposita riunione convocata in Prefettura, alla quale hanno partecipato, oltre ai vertice del GOM anche il Sindaco Falcomatà, la Commissione Straordinaria ha dato la massima disponibilità al trasferimento, a partire da SABATO 14 NOVEMBRE 2020 dei pazienti meno gravi presso il Presidio Ospedaliero di Gioia Tauro, riconvertito in struttura Covid con fondi aziendali ancor prima dell’adozione dell’Ordinanza 85 del Presidente f.f. della Giunta Regionale del 10 novembre scorso che ha assegnato alle aziende territoriali della Regione Calabria 5 giorni di tempo dalla pubblicazione dell’Ordinanza per avviare le procedure per l’adeguata sistemazione dei plessi ospedalieri da riconvertire in Ospedali COVID-19, ovvero le procedure per la rimodulazione dei posti letto secondo quanto indicato nella stessa ordinanza.

Procedure di riconversione, giova nuovamente ricordare, già concluse dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria.

Per quanto attiene, inoltre, alla necessità di aprire anche nel territorio di questa Provincia un Hotel Covid, nel corso della medesima riunione,  è stata assicurata, al Sindaco della Città Metropolitana, la sorveglianza sanitaria per la struttura individuata dallo stesso Comune di Reggio Calabria presso la quale i tecnici dell’ASP hanno già effettuato i dovuti sopralluoghi.

Per  quanto riguarda, infine, l’eventuale chiusura delle scuole non risponde al vero, quanto riferito nei medesimo articoli online circa la circostanza che  l’ASP non abbia espresso al riguardo alcun parere.  Infatti, il Sindaco della Città Metropolitana stamani ha consultato per le vie brevi  il Direttore del Dipartimento di Prevenzione Dott. Giuffrida che lo ha informato di aver già richiesto, ufficialmente, già da diversi giorni, la chiusura di tutte le scuole  con apposita nota indirizzata al Dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria.

Reggio Calabria, Falcomatà: “al GOM circa 216 ricoverati, è al collasso”. Il commissario Fantozzi chiarisce: “sono 125, anche il Sindaco può avere un lapsus ma stiamo lavorando insieme per uscirne”