fbpx

Reggina, la strada per la riscossa passa da Monza

Reggina Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Dopo tre sconfitte consecutive gli amaranto sono alla ricerca del riscatto: il prossimo avversario sarà l’ambizioso Monza di Berlusconi e Galliani

Data e orario sono da segnare col circoletto rosso. Sabato 28 novembre, ore 16, Monza e Reggina si sfideranno in una delle partite più interessanti della nona giornata di Serie B. Brianzoli e calabresi rappresentano realtà assai diverse: qualche interessante punto in comune, nonostante tutto, c’è. Il primo fa riferimento alla scorsa stagione: un’annata stra-dominata da entrambe le compagini, in un campionato di C che era praticamente vinto già a gennaio. Quindi ci sono le ambizioni odierne: elevate, seppur a livelli differenti. Il presidente degli amaranto Gallo, lo scorso luglio, ha detto esagerando di avere la A nel mirino come “obiettivo immediato”. Dall’altra parte Adriano Galliani, braccio operativo di Silvio Berlusconi, ha evidenziato che la volontà è quella di portare subito nella massima serie il club lombardo.

La dura realtà del campo, poi, porta in maniera inevitabile a dover rivedere determinati programmi. La B è un torneo lungo e imprevedibile e tutto può ancora succedere: al momento, però, la priorità della Reggina pare essere quella di puntellare la propria presenza in una categoria da conoscere ancora a fondo. L’inizio è stato buono, col pari di sostanza a Salerno, la scintillante vittoria del Granillo sul Pescara e il beffardo pareggio esterno con l’Entella. Nel mese di novembre, però, qualcosa ha iniziato a girare per il verso sbagliato: i ko in serie con Spal, Empoli e Pisa hanno fatto accendere la spia dell’emergenza in casa amaranto e qualche certezza che pareva acquisita ha iniziato a traballare.

In vista di Monza-Reggina i bookmaker non sembrano dare molte chance agli uomini di Toscano: Snai ad esempio banca il successo degli ospiti addirittura 6 volte la posta, contro l’1.67 offerto per i padroni di casa. Favorito per questa sfida è chiaramente il Monza, su cui è possibile puntare utilizzando proprio il bonus di benvenuto Snai, il cui funzionamento è dettagliatamente spiegato dagli esperti del settore su Sportytrader. LBisogna dire che a B, però, è una categoria in cui l’equilibrio regna sovrano: queste prime otto giornate, fra l’altro, hanno dimostrato come non esistano mai partite segnate in partenza. La stessa classifica evidenzia come, al momento, la distanza tra i due club sia tutt’altro che abissale. I biancorossi sono in serie utile da tre partite (due vittorie e un pareggio) e stazionano al nono posto in classifica con 10 punti in sette gare. Gli amaranto, nonostante i tre stop consecutivi, hanno soltanto tre lunghezze di ritardo dai rivali di giornata: attenzione, dunque, a sentirsi battuti in partenza.

L’allenatore della Reggina Domenico Toscano ha rilasciato ai canali ufficiali una dichiarazione d’intenti in vista del match del Brianteo. “Dobbiamo guardare partita per partita: è l’unico modo per riacquisire consapevolezza. Contro il Monza – ha ricordato il tecnico – abbiamo la possibilità di fare una grande prestazione”. Capitolo indisponibili: mancherà lo squalificato Crisetig, mentre Faty, Rivas e Lafferty potrebbero essere convocati per la trasferta in terra lombarda. Ancora nulla da fare per Rolando e soprattutto Menez. Il francese, punta di diamante del mercato estivo, ha rimediato una distrazione muscolare al flessore destro: la speranza è di poter recuperare l’ex Milan e Roma in un paio di settimane.

Dall’altra parte c’è grande pressione su Christian Brocchi. Il tecnico del Monza non può fallire: la promozione fa parte con chiarezza dei progetti immediati di un club che ha investito tantissimo la scorsa estate. Profili come i difensori Bettella, Bellusci e Paletta, i centrocampisti Barillà, Barberis e un jolly del calibro di Boateng non lasciano spazio a possibili interpretazioni. L’ex tecnico rossonero ha l’obbligo di centrare il salto di categoria al primo tentativo: una situazione non facile da gestire, soprattutto col pressing di una proprietà così ambiziosa alle spalle. La Reggina sabato prossimo avrà dunque un vantaggio: quello di avere, almeno per una volta, tutto da guadagnare. Giocare a mente sgombra e cuor leggero potrebbe essere la ricetta giusta per ricominciare a fare punti, acquisendo nuove consapevolezze e scacciando via i fantasmi di queste ultime settimane. La strada è ancora lunghissima, soprattutto in un campionato infinito come la Serie B.