fbpx
MALTEMPO,
ALLERTA METEO IN CALABRIA E SICILIA:
LA DIRETTA SU www.meteoweb.eu

Reggina, Paolo Orlandoni racconta: dalla reazione al gol di Ferrante a quell’inizio stagione soporifero, “in due ci credevano più di tutti”

paolo orlandoni

Reggina, le parole dell’ex portiere amaranto Paolo Orlandoni, che ricorda quello splendido 1999

Se a Reggio pronunci Paolo Orlandoni, la mente non può che passare ai dolci ricordi. Lui è stato il portiere della Reggina nella stagione culminata con la prima promozione in Serie A nonché il primo estremo difensore con l’amaranto addosso nell’annata in cui tutta la città si è seduta per la prima volte con le grandi. Ora è preparatore dei portieri del Cagliari, non prima di aver girato l’Italia e il mondo e aver alzato anche la Coppa dalle grandi orecchie con l’Inter nel 2010.

Orlandoni è stato ospite di Reggina Tv, a ‘Tutti Figli di Gallo‘, parlando soprattutto di quella splendida annata, partita ‘con il diesel’, un po’ come questa: “La difficoltà dell’inizio, lo scetticismo della gente, ricordo tutto – dice – A crederci in più in quel momento erano Lillo Foti e Gabriele Martino, consapevoli di aver costruito una squadra non per quella classifica. Hanno saputo aspettare e ci hanno dato fiducia. Poi, dopo la prima partita vinta di quel ciclo, il gruppo ha preso forza. Mi ricordo tutto con gioia, ogni momento. E’ stata una stagione nata per fare la storia”.

La storia è stata fatta a Torino, al Delle Alpi, il 13 giugno del 1999:“Il gol di Ferrante non me lo aspettavo, speravo di chiudere senza reti. Quel ‘cane malato’ doveva segnare per forza sennò non era contento (ride, ndr). Ma noi quella partita l’avremmo vinta, anche giocando 300 minuti, avevamo troppa voglia di festeggiare. La Serie A successiva? Avrei voluto viverla un po’ più da protagonista a Reggio Calabria, però questo è il calcio e per come è andata la mia carriera dopo tutto sommato mi ritengo fortunato”.

Dai ricordi si passa al presente e alle analogie con la Reggina attuale: “Ha fatto degli investimenti importanti, quando i progetti sono fatti bene sono supportati. Auguro che possa ripercorrere lo stesso nostro percorso e lo dico con grande affetto e sincerità. Ancora a Milano la gente di Reggio mi ferma per strada”.

Reggina, il resoconto dell’allenamento odierno: Toscano mischia le carte in partitella, 5 gli assenti [FOTO e VIDEO]

Reggina, a tutto Foti: dal 3-3 di Empoli al 2-2 di Novara passando ai ricordi con Scala e le gioie della A. E su un ritorno…