fbpx

Reggina, Missiroli e quel soprannome (‘Missile’) sbocciato in riva allo Stretto: “Vi racconto quando e come è nato”

Missiroli Reggina Maurizio Lagana/Getty Images

L’ex centrocampista della Reggina Simone Missiroli racconta quando e come è nato il soprannome ‘Missile’

Nato e cresciuto a Reggio Calabria, come uomo e come calciatore. Più volte Simone Missiroli ha fatto ritorno alla base, nella ‘sua’ Reggina. Avrebbe potuto farlo anche la scorsa estate, ma alla fine lo ha fatto qualche settimana fa, quando da avversario con la Spal è venuto al Granillo. Il centrocampista biancazzurro, sul sito ufficiale del club ferrarese, ha risposto ad alcune domande dei tifosi tra cui una che coinvolge direttamente la città dello Stretto: il soprannome ‘Missile‘.

“Da dove nasce?”, gli chiedono. “Grazie a Giandomenico Mestodice – Ero stato aggregato alla prima squadra della Reggina e, sembrerà strano, ero ancora più magro ai tempi. Quindi, tra fisico longilineo, velocità di gamba e giocando anche sul cognome, è nato questo soprannome”.

Altre le curiosità chieste a Missiroli. Ad esempio, che tipo di carriera avrebbe intrapreso se non fosse diventato calciatore: “Avevo preparato tutto per iscrivermi all’Università di Scienze Motorieprosegue – Poi all’improvviso è arrivata la convocazione con il ritiro della prima squadra (della Reggina, ndr) e ho lasciato tutto in sospeso. Successivamente ho abbandonato definitivamente ma forse sbagliando. Un gol della storia del calcio che avrei voluto segnare? Per me, che sono un classe ’86, il Mondiale 2006 è stata una bella emozione. Magari trovarsi al posto di Grosso nel gol decisivo della vittoria sarebbe stato bellissimo”.