fbpx

Reggina, l’ex Campagnolo ricorda la stagione del -11: “Ho la pelle d’oca a parlarne, ancora mi riguardo alcuni video”

L’ex portiere della Reggina Andrea Campagnolo ricorda la splendida stagione del -11, di cui fu protagonista da gennaio in poi

Protagonista importante da gennaio in poi, si è fatto conoscere per la sua fama di para-rigori. Andrea Campagnolo è stato il primo portiere della Reggina nella stagione del -11 dopo la cessione di Ivan Pellizzoli in Russia. Ai microfoni di ‘Stadio Aperto‘, trasmissione di TMW Radio, ha parlato proprio di quella fantastica annata.

“Di quell’anno – dice – ricordo ogni singola parata, è stata una stagione straordinaria. Mi viene la pelle d’oca solo a raccontare: non avevamo niente da perdere e il gruppo ha fatto la differenza, perché eravamo uniti anche fuori dal campo. Squadra in tutto, dagli allenamenti alla partita andavamo a cento all’ora. La Reggina era abituata a salvarsi con uno-due punti di vantaggio, e riuscirci dal -11 è stato straordinario. Avevamo anche un’ottima squadra…”.

“Quando mi incontrano per strada mi chiedono due cose: del rigore parato a Totti e di quella penalità con cui ci siamo salvati – si legge ancora – Certo, davanti a quelle ricevute da Milan e Fiorentina forse passa in secondo piano perché sono abituati a raggiungere l’Europa, ma per una realtà così piccola è qualcosa di straordinario. Ho anche dei video, e ogni tanto me li riguardo volentieri”.