fbpx

Rally di Como, Alessio Profeta e Sergio Raccuia sul podio Under 25 della finale

/

Alessio Profeta e Sergio Raccuia sul podio under 25 della finale di Como

Si è concluso con un terzo posto under 25 per Alessio Profeta e Sergio Raccuia la finale della coppa rally di zona svoltasi questo fine settimana a Como. A bordo della Skoda Fabia R5 curata dal team di famiglia PrOli, con i colori della scuderia Island MotorSport il duo siciliano ha concluso la gara con un settimo posto assoluto ed un terzo posto nella classifica riservata agli under 25. La gara, si è svolta rigorosamente a porte chiuse, con un irrigidimento dei protocolli anticovid, per via del nuovo decreto, che ha rafforzato le misure di sicurezza e dichiarato la regione Lombardia zona rossa.

“Sorridiamo a metà dopo questa finale sulle strade comasche – ha commentato il pilota Aci Team Italia Alessio Profeta – Era per noi un rally nuovo con strade che non conoscevamo e sapevamo che sarebbe stato facile. Complice qualche errore di troppo, abbiamo conquistato il terzo gradino del podio a soli sette secondi dal secondo. Una bella gara, con bellissime prove, ma non è stata la nostra giornata, non è stata la nostra gara migliore. Adesso torniamo a casa con questo terzo posto under 25 e con chilometri in più sulle spalle ed iniziamo a concentrarci sul nostro prossimo appuntamento, il Tuscan Rewind su terra, dove saremo impegnati per lottare per il titolo di campione italiano rally under 25. Voglio ringraziare il mio team, che anche in questa trasferta complicata, è riuscita a mettermi in condizioni di affrontare questa finale. Purtroppo non siamo riusciti ad effettuare test pre gara e questo ci ha penalizzati fortemente, ma con la situazione incerta a cui si andava incontro, non era nemmeno certa la nostra partecipazione alla gara. Abbiamo infatti avuto la certezza di partecipare, giusto la settimana della gara, per noi che ci spostiamo dalla Sicilia, una trasferta va organizzata e soprattutto pianificata per tempo. Adesso – ha concluso Profeta – guardiamo avanti e pensiamo alla terra”.

“Peccato perché per pochi secondi abbiamo perso la seconda posizione – ha commentato il navigatore Sergio Raccuia – C’era un bel parco partenti con nomi di rilievo, ed è stato importante per noi confrontarci con questi avversari. Adesso torniamo in Sicilia, ma dalla prossima settimana, torniamo a concentrarci sul prossimo appuntamento stagionale, l’ultima gara del campionato italiano rally, dove sulla terra toscana, ci giocheremo il titolo under 25 cir”.