fbpx

Le Previsioni Meteo per venerdì 20 Novembre: domani piogge e calo delle temperature

Aeronautica Militare, le Previsioni Meteo per venerdì 20 Novembre: domani piogge, neve e calo delle temperature

Il tempo previsto sull’Italia domanivenerdì 20 Novembre 2020: il bollettino a cura dell’Aeronautica Militare.

Al Nord nuvolosità diffusa con deboli piogge su Liguria di levante ed Emilia-Romagna, possibili pioviggini ed un po’ di neve sul Triveneto al mattino, in esaurimento mattutino su quest’ultimo e nel primo pomeriggio sulle altre zone; annuvolamenti irregolari sull’arco alpino, cielo sereno altrove in estensione pomeridiana a tutto il Settentrione.

Centro e Sardegna: iniziali locali aperture sul versante orientale della Sardegna ma in successivo peggioramento, molte nubi sul resto dell’isola con precipitazioni anche a carattere di rovescio in tarda mattinata e in graduale attenuazione pomeridiana; cielo molto nuvoloso o coperto sul settore peninsulare con piogge e rovesci, deboli sulla Toscana, piu’ intensi sul versante adriatico, con possibilità di qualche fiocco di neve sui rilievi appenninici maggiori; schiarite dalla serata su Sardegna occidentale e Toscana.

Sud e Sicilia: nubi sparse in rapido aumento con fenomeni che si presenteranno durante le ore centrali sulle coste tirreniche, per poi estendersi e intensificarsi su tutte le regioni peninsulari e sulla Sicilia orientale con associati anche rovesci e temporali che interesseranno principalmente e massicciamente la Calabria ionica nel corso della sera.

Temperature: minime in sensibile calo su aree alpine, in flessione su Appennino tosco-emiliano, Appennino centrale, Puglia, Sardegna orientale, Sicilia centromeridionale; in aumento su pianura padano-veneta, senza variazioni di rilievo altrove; massime stazionarie su pianura padana centrorientale e settore ionico, in diminuzione sul restante territorio con calo più marcato su arco alpino e dorsale appenninica.

Venti: moderati di Grecale al Centro con decisi rinforzi lungocosta e sulle aree appenniniche; moderati di Maestrale sulle due isole maggiori con decisi rinforzi lungocosta; moderati di tramontana con locali rinforzi sulla Liguria; deboli dai quadranti orientali sul meridione peninsulare, in intensificazione dal pomeriggio; deboli variabili al Nord.

Mari: molto agitati mare e canale di Sardegna; da molto mossi ad agitati Tirreno settentrionale, occidentale e stretto di Sicilia; molto mossi restante tirreno e Adriatico centrosettentrionale; da mossi a molto mossi mar Ligure e basso Adriatico; da poco mosso a mosso lo Ionio.