fbpx

NBA Draft 2020 – Chi è Nico Mannion e quando verrà scelto? Tutto sulla nuova stella italiana nel basket USA

Photo by Ethan Miller/Getty Images

Scopriamo chi è Nico Mannion e quale sarà la posizione nella quale il giovane playmaker italiano sarà scelto nell’NBA Draft 2020 di questa notte

Era il lontano 2006 quando, a sorpresa, i Toronto Raptors scelsero Andrea Bargnani come first pick del Draft. Dopo del ‘Mago’, purtroppo scomparso troppo presto dai radar del basket americano ed europeo, sono arrivati Marco Belinelli, scelto nel 2007 dagli Warriors e Danilo Gallinari, scelto dai New York Knicks nel 2008, tutti e tre al primo giro. A questo terzetto si aggiungerà, con grosse probabilità, Nico Mannion che questa serà verrà scelto da una franchigia (si spera al primo giro!) nel corso dell’NBA Draft 2020.

Figlio di papà Pace Mannion, ex cestista che ha militato in NBA e anche in Italia, e mamma Gaia Bianchi, ex pallavolista, Nico Mannion è in possesso della doppia cittadinanza italo-americana ma ha sceto di giocare per la nazionale azzurra esordendo nel 2018. I suoi inconfondibili capelli rossi, uniti alle sue ottime doti di playmaking, gli hanno permesso fin da giovane di ottenere grande visibilità negli USA, paese nel quale è cresciuto nonostante sia nato a Siena. Con la Pinnacle High School di Phoenix ha vinto per due anni di fila il titolo statale dell’Arizona, disputando inoltre sia il McDonald’s All-American che il Nike Hoop Summit. Al college è pasato agli Arizona Wildcats giocando una stagione fra luci ed ombre che gli ha fatto perdere posizioni al Draft.

Mannion era infatti considerato un talento da lottery inizialmente, grazie alle sue ottime passing skills, la sua visione di gioco e il buon floater del quale è dotato. Le dimensioni fisiche e la muscolatura sono sempre stati il suo punto debole invece, caratteristica che in NBA rischia di pesare molto, come spesso accaduto per diversi cestisti europei che hanno faticato ad adattarsi al gioco americano. Il tiro inoltre è un punto di domanda: Nico Mannion non è un cattivo tiratore, ma nemmeno un tiratore naturale e in passato non è mai andato sopra il 33% da 3 punti. Presupponendo tutto quanto appena detto, il suo posto nel Draft potrebbe essere sul finire del primo giro e l’inizio del secondo, a meno che qualcuno non voglia scommettere sul talento del ragazzo e considerarlo qualcosa di più di un playmaker di riserva, almeno nei primi anni della sua carriera.