Categoria: EDITORIALIMESSINANEWSSICILIA

Messina, raccolta differenziata: “cassonetti strapieni e mancanti! Così si incentiva nelle zone ancora scoperte??”

Messina, raccolta differenziata: la nota del consigliere comunale Libero Gioveni

“Se l’Amministrazione e MessinaServizi intendono incentivare la raccolta differenziata in città soprattutto in quelle zone in cui ancora non è partita, DEVONO anche svuotare con più frequenza gli appositi contenitori dislocati sul territorio, lasciati spesso troppo pieni e altri addirittura rimossi!”.

Così il consigliere comunale Libero Gioveni, capogruppo di Fratelli d’Italia, si rivolge all’assessore all’ambiente Musolino e al Presidente di MessinaServizi Lombardo, producendo qualche foto emblematica di questa paradossale condizione.

“Mi giungono costantemente diverse segnalazioni di cittadini – spiega Gioveni – che lamentano questo disservizio, in particolare nella zona di Camaro Superiore dove il servizio di raccolta differenziata non è stato ancora avviato; condizione questa che chiaramente scoraggia chi non vuole fare altro che il suo dovere civico”.

“Se infatti i contenitori del vetro e della plastica fossero svuotati con la stessa frequenza (o quasi) di quei pochi RSU ancora rimasti in città – prosegue il consigliere – di certo i cittadini volenterosi non avrebbero difficoltà a depositare nelle varie postazioni i rifiuti differenziati!”

“Addirittura a Camaro Superiore – denuncia l’esponente di FdI – ben tre postazioni della carta da mesi sono stati rimossi e mai ad oggi riposizionati. Pertanto – conclude Gioveni – dopo averlo fatto in passato in più occasioni, sollecito all’Amministrazione una maggiore attenzione anche di questi aspetti della gestione del servizio apparentemente più marginali, per l’importante e condiviso obiettivo di aumentare la percentuale della differenziata nella nostra città”.