fbpx

Messina, riunione dell’Ordine dei medici siciliani sui problemi sanitari: “niente mascherine e strategia poco chiara sui tamponi”

policlinico messina martino coronavirus

Coronavirus: i presidenti dell’Ordine medici Sicilia segnalano enormi criticità

Una gestione dell’emergenza Covid definita “inefficace” e una “strategia poco chiara”. E’ questo il giudizio dei presidenti degli Ordini dei medici e degli odontoiatri della Sicilia, riuniti a Messina per discutere dei problemi sanitari della regione. “Dopo una verifica sulle singole realta’ provinciali – si legge in una nota – sono emerse diverse disfunzioni che gli Ordini intendono segnalare tempestivamente, con spirito costruttivo ma con determinazione, al solo fine della tutela della salute dei siciliani”.

I presidenti degli Omceo siciliani hanno rilevato: “Salvo poche eccezioni, la mancata distribuzione ai medici dei dispositivi di protezione individuale, fondamentali a garantire sicurezza e serenità ai sanitari, ai cittadini e ai pazienti”. Questo accade, hanno detto “nonostante la diversa disposizione del presidente della Regione e contravvenendo quanto prescrive il cosiddetto decreto Cura Italia”. Va segnalata inoltre, hanno aggiunto i presidenti “una strategia poco chiara sulle modalità di attuazione dei tamponi fatti dai cittadini su base volontaria. Appare quantomeno inefficace dal punto di vista epidemiologico e in controtendenza rispetto alla strategia nazionale, che invece prevede un’esecuzione mirata dei tamponi a soggetti e a gruppi di popolazione a rischio, emarginando in questo modo il ruolo dei medici di famiglia, dei pediatri di libera scelta, degli specialisti ambulatoriali e dei dirigenti medici delle Asp, tutte figure cardine dell’assistenza territoriale”.