fbpx

Messina, 3 anni fa l’arresto di Cateno De Luca: “dal fango di quei giorni alla carica di sindaco, ringrazio i cittadini”

Cateno De Luca torna a parlare del suo secondo arresto a 3 anni di distanza: il sindaco di Messina ricorda quei brutti momenti, poi ringrazia i cittadini per il loro sostegno

L’8 novembre del 2017, esattamente 3 anni fa, a Cateno De Luca veniva notificato un secondo arresto a 3 giorni dalla rielezione al parlamento siciliano e alla conferma della candidatura come sindaco di Messina. Alcuni giorni dopo la vicenda si è però risolta con l’annullamento dell’arresto e Cateno De Luca ha potuto proseguire il suo percorso politico che lo ha portato a ricoprire la carica di sindaco di Messina, attualmente in carica.

Attraverso un post Facebook, Cateno De Luca ha voluto ricordare qui momenti, sottolineandone le difficoltà ma ringraziando allo stesso tempo i cittadini di Messina per il loro sostegno: “gli alti e bassi della vita! Tre anni fa , ore 7:15 del 8 novembre 2017, subivo il mio secondo arresto dopo appena tre giorni dalla mia rielezioni al parlamento siciliano e la conferma della mia candidatura a sindaco di Messina poi effettivamente concretizzatasi il 27 giugno 2018. Dopo solo due settimana è finito tutto perché l’arresto fu annullato ma rimasero le ferite della seconda ondata di fango piovuta addosso alla mia persona, alla mia famiglia e su tutti i miei sostenitori. Fino a quando avrò la vostra fiducia nulla potrà scalfire il mio amore e la mia passione per la conduzione della pubblica amministrazione. Sosteniamoci a vicenda per superare questa seconda ondata di Covid nonostante le difficoltà ed i drammi che tanti di voi stanno vivendo sul piano economico e sociale. Io cerco di svolgere il mio ruolo di sindaco senza se e senza ma! Oggi un bel minestrone di fagiolini per dimenticare le amarezze della vita. Buona domenica!“.