fbpx

Maradona ricoverato in ospedale, la verità del medico: “è triste e non mangia, sta male psicologicamente”

Foto Getty / Marcos Brindicci

Il medico di Diego Armando Maradona fa luce sulle condizioni del fuoriclasse argentino: il ricovero è dovuto alla fragilità psicologica del ‘Diez’

Nella giornata di ieri Diego Armando Maradona è stato ricoverato in ospedale a La Plata in via precauzionale. Nessun caso di Coronavirus, nè una vera e propria emergenza, ma la salute cagionevole del ‘Pibe de Oro’ va tenuta sotto controllo. Maradona, che ha da poco compiuto 60 anni, cammina a fatica, nell’ultima partita alla guida del suo Gimnasia è apparso molto in difficoltà fisica. A tutto ciò va aggiunto qualche momento di sconforto dovuto alla pandemia che rischia di trasformarsi in depressione.

Leopoldo Luque, medico personale del ‘Diez’, ha commentato così le condizioni di salute di Diego Armando Maradona: “ho detto io stesso a Diego di ricoverarsi, all’inizio non voleva ma poi ha accettato. È un paziente complicato, non è ubbidiente come altri. Con gli altri pazienti è più facile, perché dai loro delle indicazioni e le seguono. Ma se si trova qui è perché lo vuole anche lui. È molto difficile essere Maradona, Diego è una persona che alterna momenti eccellenti ad altri che non lo sono e credo che portarlo qui possa aiutarlo. Ha la sua età, molte pressioni. Psicologicamente sta male e questo si ripercuote sull’alimentazione e sul corpo. L’ho visto triste, non mi piaceva“.