Categoria: CALABRIANEWS

Longo nuovo commissario alla Sanità in Calabria, i sindacati chiedono un confronto: “pronti a dare il nostro contributo”

Segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Calabria Angelo Sposato, Tonino Russo e Santo Biondo: “buon lavoro al Prefetto Guido Longo, nuovo Commissario della Sanità calabrese”

Cgil, Cisl e Uil si mostrano disponibili al confronto sui problemi e alla condivisione degli obiettivi per il rilancio del sistema sanitario regionale. Lo affermano in un comunicato congiunto che si riporta integralmente di seguito:

“Rivolgiamo – dichiarano in una nota congiunta i Segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Calabria Angelo Sposato, Tonino Russo e Santo Biondoun augurio di buon lavoro al Prefetto Guido Longo, nuovo Commissario ad acta per il piano di rientro dal deficit della Sanità, in vista del compito che lo attende, oggettivamente non facile in una realtà complessa come quella della nostra regione. Sapendo che dovrà presto mettersi all’opera, gli chiediamo, per i prossimi giorni, un incontro sul modello che egli intende proporre ai fini del rilancio della Sanità calabrese, un modello che dovrà inevitabilmente essere costruito sulla base delle esigenze delle diverse aree della regione: pensiamo in primo luogo, sia in relazione all’emergenza pandemica, sia in una prospettiva più ampia, a questioni di fondo come la riorganizzazione e il miglioramento della rete ospedaliera, della medicina del territorio e del servizio di emergenza-urgenza”.

“Siamo convinti che in Calabria, sulla Sanità e su altri nodi problematici, il confronto sulle priorità e la condivisione degli obiettivi siano necessari perché, nella distinzione dei ruoli, ognuno faccia la sua parte per garantire ai cittadini una piena fruizione dei loro diritti. Siamo dunque pronti – concludono i Segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Calabria – a sostenere il percorso per il rilancio del sistema sanitario regionale e a un dialogo franco e costruttivo per il quale, ne siamo certi, il nuovo Commissario della Sanità sarà disponibile”.