fbpx

Elezioni USA 2020 – Trump attacca LeBron James: sonoro schiaffo all’NBA e al movimento ‘Black Lives Matter’ prima del voto

Donald Trump Photo by Win McNamee/Getty Images

Elezioni USA 2020, Donald Trump attacca ancora l’NBA e LeBron James: il Tycoon riserva parole di fuoco durante un comizio in Pennsylvania

Donald Trump sfrutta fino all’ultimo comizio a disposizione per procurarsi un piccolo vantaggio possibile in grado di ribaltare quei sondaggi che, nella corsa alla Casa Bianca, lo vedono in svantaggio di diversi punti percentuali nei confronti di Joe Biden. Il Tycoon ha parlato in un comizio ad Avoca, Pennsylvania, tirando in ballo nuovamente la polemica legata al basket NBA. Al presidente ancora in carica non è mai andata giù la protesta dei giocatori NBA che, nella bolla di Orlando, hanno appoggiato il movimento Black Lives Matter per la difesa dei diritti degli afroamericani. Secondo Trump il calo degli ascolti dell’NBA sarebbe dovuto proprio alla posizione politica di LeBron James e colleghi che avrebbe stufato l’America: “rating in calo del 71% alle finali, io non ho visto neppure un tiro in tutta la serie, mi sono annoiato subito, [le squadre che non facevano altro che correre] avanti e indietro per il campo. Sapete una cosa? Quando non rispettano il nostro Paese, quando non rispettano la nostra bandiera, nessuno vuole vederli giocare“. I cori “LeBron James sucks” hanno dato ragione al presidente, nonostante diversi studi abbiano spiegato come il calo di share dell’NBA sia imputabile alla contemporaneità con gli altri sport, soprattutto l’NFL, dovuta alla pandemia di Coronavirus.