fbpx

Elezioni USA 2020 – Scoppia il caso Arizona, Trump furioso con Murdoch e la Fox: telefonata infuocata

Donald Trump Foto Getty / Drew Angerer

Elezioni USA 2020, scoppia il caso Arizona: Donald Trump fuorioso con la Fox di Rupert Murdoch, la partita nello stato sarebbe ancora aperta

Le Elezioni USA 2020 sembrano avviate verso la conclusione. Nelle ultime ore il voto postale ha permesso a Joe Biden di effettuare il tanto atteso sprint nella corsa alla Casa Bianca, in grado di spezzare la parità che si era formata durante l’election night e che, addirittura, dava Donald Trump in leggero vantaggio negli Stati della famosa Rust Belt. Wisconsin e Michigan si sono poi colorati di blu, il rosso resiste ancora in Pennsylvania, mentre la Georgia è ancora in bilico. Joe Biden può permettersi di perdere entrambi gli Stati, a patto di vincere in Nevada, stato nel quale è leggermente avanti al 75% dei voti scrutinati, ottenendo i 6 grandi elettori necessari per arrivare a quota 270.

Nelle ultime ore però si è riaperto il caso riguardante l’Arizona. Nella capitale Phoenix i sostenitori di Donald Trump hanno protestato animatamente, cavalando l’onda di dissenso dello stesso Tycoon che ha messo nel mirino Fox News. Il motivo? L’emittente ha assegnato la vittoria a Joe Biden in Arizona, nonostante la partita sia ancora aperta. Altri media come CNN, New York Time ed NBC infatti, continuano a dare l’Arizona ‘too close to call’ per poter essere assegnata, visto che con l’86% dei voti scrutinati Biden è avanti di poco meno di 3 punti. Donald Trump, secondo ‘Vanity Fair’, avrebbe telefonato a Rupert Murdoch, magnate della Fox (nonchè suo amico), per chiedergli di far fare marcia indietro alla sua emittente. Dopo un’accesa discussione, Murdoch non ha acconsentito.