fbpx

Crociere unico posto “Covid free” in Italia: Costa Smeralda sbarca a Messina, ma i passeggeri non possono scendere

Non sono possibili passeggiate o spostamenti in pullman: i viaggiatori potranno osservare Messina solamente dalla propria cabina di viaggio

Nella nuova mappa del Governo che colora l’Italia in base all’andamento della pandemia del Coronavirus con il giallo, l’arancione e il rosso, un solo fortunato ambiente viene risparmiato perché considerato “sicuro”: sono le navi da crociera in servizio nei nostri mari, un porto franco per gli italiani, in quanto salvo dalle restrizioni dell’ultimo Dpcm. Le città galleggianti, infatti, a differenza della terraferma, permettono ai passeggeri di respirare un po’ di normalità senza correre rischi e concedendosi una buona dose di divertimento: a bordo non scatta infatti il coprifuoco alle ore 22, non esiste la chiusura di bar e ristoranti alle ore 18, si può andare persino a teatro. Insomma, si può fare tutto. Anzi, quasi tutto. E’ accaduto al porto di Messina che Costa Smeralda (una delle poche compagnie a non aver interrotto la navigazione) abbia attraccato, ma non permetta ai suoi viaggiatori di scendere a fare un’escursione in città. Insomma, non si vedono più pullman, niente escursioni in provincia, né passeggiate scortati da guide “Covid free”, già sottoposte a tampone. Le navi paradossalmente sono diventate solamente degli enormi villaggi turistici galleggianti…