fbpx

Covid-19, le Regioni al Governo: “basta confusione su criteri per zone rosse o arancioni, considerare solo questi 5 semplici indicatori”

Covid-19: per le Regioni gli attuali parametri sono “inadeguati” e quindi “da rivedere”

La Conferenza delle Regioni riunita oggi propone al Governo l’uso di cinque indicatori specifici (attualmente se ne usano 21, ndr) per definire il rischio contagio nelle regioni italiane. Per le Regioni gli attuali parametri sono “inadeguati” e quindi “da rivedere”.

I cinque indicatori sono: la percentuale di tamponi positivi escludendo tutte le attivita’ di screening e re-testing degli stessi soggetti, un Rt calcolato sulla base della sorveglianza integrata Iss, il tasso di occupazione dei posti letto totali di Terapia Intensiva per pazienti Covid e quello dei posti letto totali per pazienti-Covid oltre alla possibilita’ di garantire adeguate risorse per contact-tracing, isolamento e quarantena e il numero, tipologia di figure professionali e tempo/persona dedicate in ciascun servizio territoriale al contact-tracing.

Coronavirus – ISS, il sistema di valutazione del rischio per scegliere i ‘colori’ delle Regioni: ecco come funziona, tutte le risposte alle domande più frequenti