fbpx

Covid-19, l’indice Rt aggiornato: in Calabria è crollato a 0,92, tra i migliori in Europa. “Zona rossa” è sempre più offensiva dell’intelligenza dei calabresi [DATI]

Getty Images

Covid-19: la bozza del report di monitoraggio ministero della Salute-Iss

L’indice di contagio Rt in Italia e’ sceso a 1,08 nella settimana 16-22 novembre, contro l’1,18 della settimana precedente, con 10 regioni che hanno gia’ un indice inferiore a 1, ossia sono ufficialmente in discesa. E’ quanto si legge nella bozza del report di monitoraggio ministero della Salute-Iss. 

Andando nel dettaglio della bozza del report ministero della salute Iss ecco tutti i dati Regione per Regione:

  • Basilicata 1.21
  • Toscana 1.20
  • Veneto 1.20
  • Lombardia 1.17
  • Molise 1.17
  • Friuli Venezia Giulia 1.09
  • Emilia Romagna 1.07
  • Abruzzo 1.06
  • Sicilia 1.04
  • Campania 1.00
  • Provincia autonoma di Bolzano 1.0
  • Puglia 0.99
  • Valle d’Aosta 0.99
  • Marche 0.93
  • Calabria 0.92
  • Piemonte 0.89
  • Lazio 0.88
  • Provincia autonoma di Trento 0.81
  • Liguria 0.76
  • Umbria 0.74
  • Sardegna 0.71

Alla luce di questi dati, sarebbe offensivo per l’intelligenza dei calabresi confermare la “zona rossa” che già da oltre 3 settimane determina pesantissime restrizioni in una realtà in cui non c’è alcuna emergenza ne’ epidemiologica ne’ ospedaliera.

Calabria, Spirlì: “se Governo proroga zona rossa dopo mancata nomina del commissario, se ne assume tutte le responsabilità. I calabresi si sono comportati bene e non c’è alcun ospedale al collasso, basta espedienti per trattarci come Regione del quarto mondo in cui inviare medici missionari”