fbpx

Coronavirus – Vaccino Moderna, Silvestri: “E’ uno dei giorni più belli da inizio pandemia, uno dei più bei regali di Natale di sempre”

Coronavirus, parole importantissime da parte del virologo Guido Silvestri in merito al vaccino Moderna, che ha annunciato un’efficacia del 95%

“Non ho paura di esagerare: questo è uno dei giorni più belli dall’inizio della pandemia”. Lo ha scritto in un post su Facebook il virologo della Emory University di Atlanta Guido Silvestri parlando del vaccino sul Coronavirus di Moderna, che ha annunciato un’efficacia del 95%.

“Oggi – si legge – sono stati presentati al pubblico i risultati dello studio di Fase III del vaccino anti-COVID di Moderna (anch’esso, come quello della Pfizer di cui abbiamo parlato nei giorni scorsi, a base di RNA), che hanno dimostrato una efficacia del 94.5% nel proteggere dalla malattia. Un risultato che lo stesso Tony Fauci ha immediatamente definito come “straordinario” (outstanding), e che io avevo “previsto” ieri, in diretta, nel programma televisivo di Lucia Annunziata”

“Più in dettaglio – prosegue Silvestri – nel trial della Moderna, 15.000 persone hanno ricevuto il placebo, cioè una iniezione di soluzione salina. Di queste persone, 90 hanno sviluppato COVID-19, di cui 11 in forma severa. Altri 15.000 soggetti hanno ricevuto il vaccino, e di questi solo 5 hanno sviluppato COVID, di cui nessuno in forma severa. Moderna ha anche specificato che non si sono mai manifestati effetti collaterali gravi, con solo una piccola quota di partecipanti che ha sviluppato dolori muscolari e mal di testa di tipo transitorio. Come nel caso del vaccino Pfizer, per ovvi motivi temporali, al momento non sappiamo quanto durerà questa protezione, né possiamo escludere con certezza effetti collaterali a distanza di tempo, anche se questi, per vari motivi biologici, sono estremamente improbabili”.

“E adesso cosa succede? Moderna ha dichiarato che, come Pfizer, richiederà entro fine mese la EUA (Emergency Use Authorization) alla US Food and Drug Administration (FDA), e come ha detto immediatamente Tony Fauci, noi qui dovremmo iniziare a vaccinare i soggetti a rischio (personale sanitario + anziani + soggetti con condizioni di salute che predispongono a COVID severo) entro dicembre. Credo che si tratti di uno dei più bei regali di Natale di sempre, questo che la SCIENZA sta facendo all’umanità intera”.

“Ed ora un piccolo sfogochiude – Io lo dico da tempo che il virus ha “i giorni contati”, ed avevo usato il paragone di Hitler ad inizio 1945. Da tempo cerco pazientemente di spiegare perché, da virologo vero (al contrario degli pseudo-esperti social, che stanno alla virologia come Aldo Biscardi stava al calcio), fossi convinto che grazie alla scienza si potesse vincere in tempi ragionevolmente brevi la battaglia contro COVID-19. Per questo ho subito molti attacchi – tanto cattivi quanto scientificamente ridicoli – da una congrega di provocatori e squadristi da social, talebani dei lockdowns, mentre all’estremo opposto dello spettro dell’imbecillità umana starnazzava incessante il negazionismo dei ben noti “nano-ciambotti”. La strada che ho cercato di percorrere, da molti mesi ormai, con grande fatica, sottraendo tempo al riposo, agli svaghi ed alla famiglia, è stata quella di cercare di trasmettere ai miei connazionali lontani, che vedevo stritolati in una micidiale tenaglia di sensazionalismo catastrofista e negazionismo irresponsabile, il PROFONDO E RAZIONALE SENSO DI SPERANZA E DI “OTTIMISMO DELLA CONOSCENZA” che avevo l’onore e la fortuna di possedere grazie, appunto, alla mia posizione privilegiata di esperto della materia. In questa mia battaglia sono stato affiancato da un gruppo di persone straordinarie, i nostri “pillolini”, a partire da Paolo Spada, Sara Gandini, Chiara Barbieri, Luciano Butti, Aldo Manzin, Francesca Uccheddu, Silvia Brizzi, Federica Galli, Ilaria Baglivo, Paolo Bonilauri, Maddalena Loy, Stefano Tasca, Piero Sestili, Andrea Caldarone, Marilena Apuzzo, Alessandra Petrelli, Costanza Cristiani, Ugo Bardi, Sergio Porta, Clementina Sasso, Claudia Zangarini e tantissimi altri che non posso nominarli tutti. GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE, amici delle Pillole di Ottimismo!! Ieri l’avevo fatto parlando sul programma di Lucia Annunziata su RAI-TRE, ed oggi lo ripeto a voce ancora più alta: la CAVALLERIA dei vaccini sta arrivando, mentre quella degli anticorpi monoclonali, che qui stiamo iniziando ad usare, ci aiuterà ad attraversare, come un ponte, il periodo da adesso fino al momento in cui saremo tutti quanti vaccinati (pensiamo tra aprile e giugno prossimo)”.

PS: ricordiamoci che la battaglia finale non è ancora finita, e che nel frattempo ci sarà da combattere, e ci saranno molti malati e molti morti, in Italia, negli USA e nel resto del mondo. Per questo, anche in questo momento di gioia, dobbiamo continuare a fare ATTENZIONE, a proteggere i più deboli, ed a resistere tutti insieme, sapendo che ognuno di noi, giorno dopo giorno, deve fare la sua parte con serietà e responsabilità, sia nel ridurre i rischi del contagio che nel cercare nei limiti del possibile (e delle restrizioni di legge!) di vivere una vita normale e fiduciosa nel futuro”.

Coronavirus, Silvestri: “Negli Stati Uniti siamo convinti di vaccinare prima di Natale, è in arrivo un secondo vaccino”