fbpx

Coronavirus, novità in Sicilia: medici di base faranno tamponi a parenti di positivi e casi sospetti [VIDEO]

tampone coronavirus

Queste due categorie di pazienti potranno spontaneamente contattare il medico di famiglia prenotando un controllo gratuito

In questa seconda ondata la medicina territoriale è chiamata in causa per riuscire a sostenere l’urto della pandemia. Come già avvenuto in diverse regioni italiane, adesso anche in Sicilia i medici di famiglia potranno eseguire i tamponi. L’accordo è stato raggiunto dal governatore Nello Musumeci con le due sigle di categoria più rappresentative, la Fimmg e Intesa sindacale, e con l’associazione dei pediatri. I medici di base effettueranno i test rapidi ai cosiddetti “contatti stretti” (i conviventi e i parenti di un positivo già accertato) e ai cosiddeti “casi sospetti” (coloro che siano certi di essere stato a contatto per almeno un quarto d’ora in ambiente chiuso con un positivo accertato). Queste due categorie di pazienti potranno spontaneamente contattare il medico di famiglia prenotando un controllo gratuito. I test saranno effettuati negli studi medici privati che consentono lo svolgimento in sicurezza delle operazioni o in apposite aree individuate dalle varie Asp.