fbpx

Coronavirus – Rafa Nadal senza filtri: “ho paura, per questo virus si muore ma occhio all’economia. Ecco come uscirne”

Foto Getty / Shaun Botterill

Rafa Nadal parla dell’emergenza Coronavirus: il tennista spagnolo non sottovaluta la mortalità del virus ma pone l’accento anche sull’aspetto economico

L’emergenza Coronavirus continua in tutta Europa. La Spagna è uno dei Paesi più colpiti, avendo registrato dall’inizio della pandemia 1.19 milioni di contagi e oltre 35.000 morti. Rafa Nadal, probabilmente lo sportivo che maggiormente rappresenta la nazione iberica, si è espresso sull’argomento attraverso un’intervista rilasciata al ‘Corriere della Sera’ sottolineando la pericolosità del virus tanto sul piano della salute quanto su quello economico.

Il tennista spagnolo ha spiegato: “ho paura della malattia. Ho paura per le persone cui voglio bene. Non per me. Sono ancora abbastanza giovane, il fisico ancora risponde. Però, se mi infetto, posso infettare persone a rischio. Sono preoccupato per i miei genitori, per la mia famiglia. Per la mia comunità. E il momento più duro nella nostra vita. Per questo è il momento di lottare, per cose molto più importanti di una partita di tennis. Dobbiamo coltivare la fiducia. Come uscirne? Con il rispetto. Verso noi stessi, verso i nostri cari, verso gli altri. E poi con la responsabilità. E la logica. Si muore per il virus; ma si può morire anche di fame. Il colpo all’economia è stato durissimo. Bisogna trovare l’equilibrio tra la salute e il lavoro, tra la protezione sanitaria e quella sociale. La sicurezza è fondamentale; ma lo sono anche la libertà e la dignità“.