fbpx

Coronavirus, il premier Conte: “Lavoriamo per evitare il lockdown totale, abbiamo una strategia”

conte

Per quanto riguarda Natale, l’invito del presidente Conte è festeggiare in famiglia ma con prudenza

Lavoro per evitare il lockdown totale. La curva sta salendo ma mi aspetto che nei prossimi giorni, anche per effetto delle nostre misure, cominci a flettere“: lo ha affermato il premier Giuseppe Conte in un’intervista alla Stampa, in cui assicura che il governo “ha una strategia” e fa appello ai cittadini sulla collaborazione.
Nella lotta al Covid-19, ai cittadini “dobbiamo chiedere un ulteriore sforzo: la situazione, in tutta Europa, è critica. Ognuno deve fare il suo. Ne usciamo solo con un impegno collettivo: lo Stato siamo tutti noi“.
I cittadini meritano un plauso per l’abnegazione e il senso di responsabilità fin qui dimostrati, salvo rare eccezioni che naturalmente fanno notizia. E’ comprensibile che oggi vi siano maggiore disagio e sofferenza. Sappiamo i sacrifici che i cittadini stanno affrontando, sotto il profilo economico e quello strettamente personale“.

Conte annuncia inoltre che l’esecutivo è pronto ad aumentare i ristori, anche nel 2021.
In riferimento al vaccino, il premier ha precisato che il piano sarà “presto in Aula“: il governo porterà “presto” in Parlamento il piano nazionale preparato dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, “per garantire la sicurezza e la distribuzione del vaccino“. Saranno così pubblici “i criteri e le priorità con cui procederemo alla distribuzione delle dosi. Parallelamente stiamo completando il piano operativo che ci consentirà di distribuirlo in condizioni di piena efficienza e sicurezza“.

Per Natale, l’invito del presidente è festeggiare in famiglia ma con prudenza.

Dobbiamo aspettare, e tenere i nervi saldi“, “dobbiamo stringere i denti perché i servizi sanitari sono diffusamente sotto stress,” prosegue Conte. “È vero ci sono forti criticità, la curva sta salendo. Ma io mi aspetto che nei prossimi giorni, anche per effetto delle nostre misure, cominci a flettere. In ogni caso, lo ribadisco: il lockdown generalizzato non può essere la nostra prima scelta, avrebbe costi troppo elevati, significherebbe dire al Paese che non abbiamo una strategia. E invece noi una strategia ce l’abbiamo, e ci aspettiamo che dia risultati a breve“.

Sanità Calabria, Conte: “Gino Strada può essere un buon nome”