fbpx

Coronavirus, Mido attacca Salah: “al matrimonio del fratello con 800 invitati, si è baciato con tutti”

Foto Getty / Julian Finney

Mido attacca Mohamed Salah sulla questione Coronavirus: l’attaccante del Liverpool avrebbe sbagliato ad andare al matrimonio del fratello

Altra pausa per le nazionali, altri casi di Coronavirus che fioccano in giro per il mondo. Dall’Egitto, nei giorni scorsi, è arrivata la notizia della positività di Mohamed Salah, stella della nazionale e del Liverpool. Possibile che il calciatore ammirato in Italia con le maglie di Fiorentina e Roma possa aver contratto la malattia avendo presenziato al matrimonio del fratello, non proprio la migliore idea ai tempi del Covid.

L’ex calciatore egiziano Mido, ai microfoni dell’emittente Al–Nahar TV, ha criticato aspramente la decisione di Salah e l’omertà dei dirigenti egiziani al riguardo: “so benissimo che potrei finire sotto attacco per i miei prossimi commenti, ma devo comunque farli. Mohamed Salah ha fatto un grandissimo errore a partecipare al matrimonio di suo fratello a pochi giorni da una partita con la nazionale egiziana. Ha dimostrato una grande negligenza riguardo le misure di prevenzione contro il coronavirus ed il risultato è che ora è infetto, mettendo a rischio la salute anche dei suoi compagni. Non doveva andare al matrimonio, specialmente ora. C’erano 800 persone e la metà lo ha abbracciato e baciato. L’altro punto è che i responsabili non parlano, il che dimostra che Salah è ancora più importante della nazionale. Quando io ho saltato la Coppa d’Africa nel 2006 mi hanno escluso per sei mesi. E invece stavolta i dirigenti federali non hanno detto una parola, perchè sono dei codardi e temono la reazione dei tifosi di Salah. Io non mi pongo il problema e dico quello che va detto. Salah deve essere incolpato di quello che ha fatto, ma tutti hanno paura di dirlo“.