fbpx

Coronavirus, bambina di 5 anni ha paura di un nuovo lockdown e scrive a Conte: “Fai in modo che almeno Babbo Natale ci porti un regalino…”

conte

Commovente lettera di una bambina di 5 anni al presidente del Consiglio Giuseppe Conte: “Lasci almeno che Babbo Natale ci porti un regalino”

Commovente e significativa lettera di una bambina di 5 anni al premier Giuseppe Conte. Lei si chiama Cristel, vive a Verona e ha scritto al presidente del Consiglio – come si legge nella lettera pubblicata dal quotidiano “L’Arena” – perché ha paura che con un nuovo lockdown anche Babbo Natale sia impossibilitato a spostarsi e a portarle i regali.

“Presidente Conte – si legge – mi faresti un favore? Se chiudi tutto puoi fare in modo che Babbo Natale, Santa Lucia e la Befana mi portino un regalino? Faresti un favore a me e a tutti i bambini buoni”. La bambina, lo scorso 22 ottobre, è risultata positiva al Covid, rimanendo in isolamento e lamentando ancora sintomi della malattia. La mamma, Giada Esposito, che ha reso nota la lettera a Conte, ha raccontato che la figlia adesso è negativa ma non ha ancora fatto ritorno a scuola. “Cristel è spaventata da un nuovo lockdown – ha detto – continua a ripeterlo perché teme di non poter rivedere i suoi amici. E con l’avvicinarsi delle feste la bambina ha paura che che nemmeno Babbo Natale, Santa Lucia e la Befana possano spostarsi e venire a portare i regali. Ha capito che è Conte che decide, così ha fatto un appello direttamente a lui”.

Babbo Natale e la paura del lockdown, Conte risponde al bambino di 5 anni: “tranquillo, ha un’autocertificazione internazionale per distribuire regali”