fbpx

“Contratto di Costa” a Capo d’Orlando, consegnati i lavori

comune capo d'orlando

Capo d’Orlando: la consegna dei lavori è stata fatta stamattina negli uffici del Commissario contro il dissesto idrogeologico della Regione Siciliana che ha seguito l’iter della gara

Ammonta a 960mila euro l’importo dei lavori di “manutenzione e ripristino delle opere di protezione costiera” che verranno effettuati a Capo d’Orlando nell’ambito del “Contratto di Costa” che comprende i comuni della fascia di territorio che va da Tusa a Patti per quasi 5 milioni di euro complessivi. A Capo d’Orlando, quindi, assegnato un quinto dell’intero finanziamento. La consegna dei lavori è stata fatta stamattina negli uffici del Commissario contro il dissesto idrogeologico della Regione Siciliana che ha seguito l’iter della gara. L’appalto del lotto n. 1, affidato al Consorzio Integra Società Cooperativa di Bologna, è stato aggiudicato per un importo di 485mila euro, mentre i lavori del lotto n. 2 saranno realizzati, per un importo di 475mila euro, dal Consorzio Stabile Eos di Maletto. I lavori, complessivamente, prevedono la sistemazione e la risagomatura dei pennelli di massi naturali nel tratto di spiaggia antistante il Lungomare Doria e il ripascimento del litorale anche nella zona di San Gregorio con la sabbia prelevata nella zona adiacente l’area portuale di Bagnoli. “Dopo la messa in sicurezza dei torrenti e il consolidamento del promontorio, giunge al traguardo anche un altro progetto vitale per la salvaguardia del territorio di Capo d’Orlando” commenta il Sindaco Franco Ingrillì che ringrazia “L’Ufficio commissariale della Regione coordinato dal Presidente Nello Musumeci e diretto da Maurizio Croce per l’attenzione riservata. E’ la dimostrazione concreta che il lavoro di programmazione, silenzioso ma determinato, dà i suoi frutti. Abbiamo di fatto ottenuto i finanziamenti per tutti i progetti presentati nei diversi ambiti amministrativi, compresi le scuole e l’ex scalo merci e siamo fiduciosi di poter dare a breve anche buone notizie per l’adeguamento del depuratore. Salvaguardia del territorio e dell’ambiente e, in generale, miglioramento della vivibilità sono gli obiettivi a cui tendiamo”.