fbpx
MALTEMPO,
ALLERTA METEO IN CALABRIA E SICILIA:
LA DIRETTA SU www.meteoweb.eu

Conte risponde alle polemiche: “Il governo la scorsa estate non è mai andato in vacanza”

conte

Coronavirus, il premier Conte: “Dobbiamo prendere atto che siamo alle prese con uno tsunami che sta scuotendo l’intera Europa”

Il governo la scorsa estate non è mai andato in vacanza“: “Se davvero in estate avessimo mollato la presa, oggi non potremmo contare sul rafforzamento dei nostri strumenti di difesa e vivremmo già in pieno lockdown generalizzato” e “non è corretto paragonare l’azione dell’esecutivo a quella delle cicale, che oziano e friniscono nella canicola“: è quanto ha scritto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in una lettera a Repubblica, in risposta a un’inchiesta del quotidiano, in riferimento alla gestione dell’emergenza Coronavirus. “Non posso accettare – prosegue Conte – che passi il messaggio di un presidente e di un governo che hanno abdicato ai propri doveri approfittando della pausa estiva, che un solo weekend passato al mare o una singola cena a margine di un appuntamento istituzionale vengano così strumentalmente sottolineati. Chiarisco, allora, che questa estate non ho mai concesso pause alla mia attività istituzionale. Anche nel mese di agosto sono stato sempre immerso nello studio dei vari dossier e nella soluzione dei vari problemi, avendo cura, insieme ai ministri competenti e ai vari esperti, che la piena ripresa delle varie attività sociali ed economiche avvenisse in piena sicurezza“. “Dobbiamo continuare a essere determinati e rimanere uniti. E proprio per questo è importante ascoltare le differenti voci che si levano nel Paese“.
Non ricerchiamo alibi: possiamo e dobbiamo fare di più. Ma non abbiamo mai tirato i remi in barca. Questo governo non ha la bacchetta magica, ma ha le maniche della camicia sempre ben arrotolate, da quando è iniziata la pandemia. Dobbiamo prendere atto che siamo alle prese con uno tsunami che sta scuotendo l’intera Europa mettendo in difficoltà tutti i Paesi“.